Caos 5 Stelle, Grillo non fa marcia indietro: “Chi non è d’accordo con le nostre regole si faccia il suo partito”

Il garante del Movimento 5 Stelle ha spiegato nel suo blog i motivi per l’allontanamento di Marika Cassimatis

chiudi

Caricamento Player...

Continua il caos all’interno del Movimento 5 Stelle dopo il caso Cassimatis, la candidata sindaco di Genova eletta online e destuita da Beppe Grillo. Il leader pentastellato, con un posto sul proprio blog, ha chiuso la disputa dialettica senza entrare nel merito della questione, come sottolineato da Repubblica: “Dobbiamo intenderci su che cos’è la democrazia. Una democrazia senza regole non è una democrazia. Noi abbiamo le nostre regole e io, da garante, le faccio rispettare. Chi non è d’accordo si faccia il suo partito“.

Grillo: “Metodo giustissimo, è tutto spiegato

Non c’è alcun ripensamento, dunque, nel comico genovese, che anzi rilancia, nonostante la vicenda abbia già scatenato le polemiche tra migliaia di attivisti. “Il metodo è giustissimo. E’ tutto spiegato nel blog. Io sono il garante“, ha aggiunto Grillo a margine di un convegno sull’acqua pubblica a Roma.

Cassimatis: “Sono in silenzio stampa

Mentre dunque Grillo persevera nella propria severità, la Cassimatis ha rimandato ogni sua dichiarazione a una conferenza stampa che verrà convocata nei prossimi giorni. Attraverso Facebook l’ex candidata sindaco di Genova ha spiegato: “Da oggi annullo tutte le interviste che mi sono state richieste e mi dichiaro in silenzio stampa poiché risponderò a tutti nella conferenza pubblica che terrò a Genova e di cui a breve renderò noto luogo e data“. Resta in silenzio per ora anche il nuovo candidato sindaco pentastellato, Luca Pirondini.