Virginia Raggi, autosospensione non prevista. Grillo: “Ha adempiuto ai doveri indicati dal nostro codice etico

Virginia Raggi Roma – Finita nell’occhio del ciclone e chiamata a comparire davanti agli organi di giustizia per essere ascoltata per gli sviluppi dell’inchiesta relativa alla nomina a capo del Dipartimento turismo del Campidoglio di Renato Marra, fratello di Raffaele, ex capo del personale del Comune poi arrestato per corruzione per un episodio relativo al 2013, il sindaco di Roma Virginia Raggi incassa l’incoraggiamento di Beppe Grillo, che dal suo blog ha voluto difendere la pentastellata: “Virginia Raggi ha adempiuto ai doveri indicati dal nostro codice etico, da poco elogiato pubblicamente da Nino Di Matteo, informando tempestivamente il movimento e i cittadini dell’invito a comparire che ha ricevuto l’altro giorno“.

Virginia Raggi autosospensione – Come fanno sapere dal Movimento, non è stata presa in considerazione l’ipotesi che la Raggi debba autosospendersi.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
evidenza grillo virginia raggi

ultimo aggiornamento: 26-01-2017


Italicum, la Consulta si pronuncia: no al ballottaggio, resta il premio di maggioranza

Giorno della Memoria, Mattarella: “Auschwitz deve essere la testimonianza di quali sciagure sia capace di compiere l’uomo”