La gaffe di Game of Thrones permette a Starbucks di guadagnare 2,3 miliardi di dollari

La presunta apparizione in un episodio di Game of Thrones ha permesso a Starbucks di guadagnare 2,3 miliardi di dollari di pubblicità.

ROMA – La presunta apparizione in un episodio di Game of Thrones ha scatenato diverse polemiche ma intanto Starbucks ha avuto un guadagno di circa 2,3 milioni di dollari di pubblicità negli ultimi giorni.

E’ questa la stima fatta da alcuni esperti di marketing che parlano di cifre imponenti visto che alla fine molto probabilmente quella apparsa in video non era una tazza della grande azienda americana. Ma proprio la forza del marchio è stata fondamentale per questi introiti che arrivati dalla mossa involontaria fatta da una delle serie più famose degli ultimi anni. Nonostante questo la produzione ha deciso, visto anche quanto successo dopo l’apparizione, di togliere dalla scena il bicchiere ‘incriminato’.

Starbucks in un episodio di Game of Thrones, la polemica esplode sui social

La polemica è nata nella giornata di domenica 5 maggio 2019 quando nell’episodio, andato in onda su HBO, è apparso un bicchiere da asporto che non rientrava nel contesto storico della serie televisiva. I fan si sono scatenati sui social network visto che l’icona verde sembrava essere proprio quella di Starbucks.

Un’ipotesi immediatamente smentita dalla produzione che ha parlato di un semplice bicchiere appartenente al catering del set. Ma è bastato il tam tam sui social per permettere a Starbucks di guadagnare nel giro di poche ore ben 2,3 miliardi di dollari di pubblicità.

Starbucks
fonte foto https://www.facebook.com/Starbucks/

Starbucks in Game of Thrones? La produzione toglie il bicchiere incriminato

Per evitare ulteriori polemiche la produzione di Game of Thrones ha deciso di togliere il bicchiere ‘incriminato’ dalla serie televisiva. Ma un’apparizione involontaria in uno dei film più seguiti al mondo potrebbe portare una fortuna a Starbucks. 2,3 miliardi di dollari secondo gli esperti che parlano di un guadagno dovuto anche alla forza del marchio.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/Starbucks/

ultimo aggiornamento: 10-05-2019

X