Spara al figlio della compagna e lo ferisce, 45 arrestato per tentato omicidio

Milano, guardia giurata spara a un ragazzo di tredici anni durante una lite. L’uomo è stato fermato con l’accusa di tentato omicidio.

Tragedia sfiorata in via Marco Aurelio, Milano, dove una guardia giurata ha sparato a un ragazzo di tredici anni colpendolo al braccio. Il giovane è stato trasportato in ospedale ma le sue condizioni non sono gravi.

Milano, guardia giurata spara a un ragazzo di tredici anni

Stando alle prime ricostruzioni, confermate dall’Ansa, l’adolescente è il figlio della compagna di Angelo Di Matteo, il 45enne che ha aperto il fuoco. Il tredicenne è intervenuto nel corso di una lite tra la madre e l’uomo e avrebbe provato a difendere la donna. La sua intromissione avrebbe fatto innervosire ulteriormente il quarantacinquenne. La lite sarebbe diventata ancora più esasperata ed è partito un colpo di pistola.

L’arma in questione è quella di ordinanza. Di Matteo è una guardia giurata quindi ha i permessi per il possesso delle armi.

Carabinieri
Fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it

Le indagini degli inquirenti. L’uomo è stato fermato con l’accusa di tentato omicidio

Ma restano tanti i punti interrogativi sulla vicenda. Intanto l’uomo è stato fermato con l’accusa di tentato omicidio nei confronti del tredicenne. Ma le ipotesi di reato potrebbero sommarsi in seguito al racconto dei testimoni che aiuteranno gli investigatori a fare il quadro completo dell’accaduto.

Resta innanzitutto da chiarire cosa abbia spinto il tredicenne a intervenire. Non si esclude che la discussione tra la guardia giurata e la mamma del ragazzo potesse essere degenerata già prima dell’intervento del ragazzo.

ultimo aggiornamento: 10-06-2019

X