Guerra dei dazi, l'annuncio di Trump affonda la Borsa asiatica

I dazi di Donald Trump affondano la Borsa asiatica

Trump annuncia nuovi dazi alla Cina, la Borsa asiatica crolla trascinando anche quella europea.

Torna in primo piano la guerra dei dazi che divide Stati Uniti e Cina con ripercussioni anche gravi sulla Borsa asiatica, alle prese con giorni all’insegna del segno meno per le preoccupazioni che circondano l’economia cinese.

Il presidente americano Donald Trump annuncia nuovi dazi alla Cina

Il presidente americano Donald Trump ha minacciato la Cina di inserire dazi del 25% sulle importazioni da 200 miliardi di dollari di beni provenienti proprio dalle frontiere cinesi.

Con una serie di messaggi condivisi si Twitter, Donald Trump ha annunciato ulteriori dazi su prodotti cinesi non interessati dalle sovrattasse imposte in dogana che fanno salire il prezzo del prodotto rendendo più difficile da vendere.

Nella giornata di mercoledì (8 maggio ndr) la delegazione cinese sarà in America alla ricerca di un accordo con il presidente statunitense.

Donald Trump
Donald Trump

Guerra dei dazi, crolla la Borsa asiatica

Il monito di Trump ha creato un terremoto che ha avuto ripercussioni sulla Borsa asiatica, con gli indici in rosso trascinati in basso proprio dalla Cina.

Prima seduta della settimana negativa anche per le Borse europee

Anche per quanto riguarda le Borse europee l’apertura mattutina ha fatto registrare un calo netto che ha segnato la prima parte della prima seduta della settimana. Anche qui a gravare sugli indici è l’annuncio di Donald Trump sui dazi.

Aumenta il prezzo del petrolio, gli investitori preferiscono l’oro

Ultimo ma non ultimo, la ripresa della guerra dei dazi ha avuto ripercussioni anche sul costo del petrolio, con gli investitori che, in una fase decisamente complicata e incerta, preferiscono investire sull’oro e altri beni definiti di rifugio.

ultimo aggiornamento: 06-05-2019

X