La guerra del latte non si ferma. I pastori rompono la tregua e versano migliaia di litri sull’asfalto in provincia di Oristano.

CUGLIERI (ORISTANO) – I pastori dicono di no alla proposta del governo e continuano la loro protesta. Nessuna tregua quindi nella guerra del latte con migliaia di litri che sono stati versati sull’asfalto a Cuglieri, in provincia di Oristano. Secondo quanto ricostruito dall’ANSA, i manifestanti hanno costretto una cisterna a fermarsi e ad aprire il rubinetto. Un video che sta facendo il giro sui social e non solo per invitare gli altri pastori a continuare la loro battaglia.

Una protesta che quindi dovrebbe portare al rifiuto della proposta della maggioranza di 72 centesimi al litro fino ad arrivare ad un euro entro fine anno. Le prossime ore saranno decisive con le consultazioni che continueranno per arrivare ad una decisione definitiva.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Manifestazione Sardegna
fonte foto https://twitter.com/ugocappellacci

Guerra del latte, i pastori riprendono la protesta: no alla proposta del Governo

Come riportato dall’ANSA i pastori sono pronti a confermare il loro no alla proposta del Governo, considerata non idonea. Dall’inizio di questa guerra del latte tutti i manifestanti hanno sempre fissato il prezzo minimo a € 1.20. Da Palazzo Chigi è arrivata un’offerta inizia di 72 centesimi, cifra che non soddisfa i pastori.

La delegazione aveva assicurato al termine dell’incontro con i vertici del governo una tregua almeno fino a quando non arrivava una decisione definitiva sulla proposta. Ma questa pausa non c’è stata con i pastori che sono scesi in strada poche ore dopo manifestare ancora questo dissenso.

Una guerra del latte destinata a durare ancora per diverse settimane visto che dovrebbe arrivare il no alla decisione del governo di pagare i pastori 72 centesimi a litro. E’ previsto a breve un nuovo incontro per cercare di arrivare ad una soluzione per far mettere la parola fine a queste proteste.

fonte foto copertina https://twitter.com/ugocappellacci


Il Sud si ‘ribella’ al Movimento Cinque Stelle: “Traditori, vergogna!”

Anzio (Roma), abusa della figlia minorenne: in manette un militare