Bufera su Under e Demirla per le foto a favore della Turchia

Da Demiral a Under: quando il calcio diventa politica. Il St. Pauli ‘licenzia’ Sahin

Bufera su Under per la foto pubblicata a favore dell’offensiva turca in Siria. I tifosi giallorossi: “La nostra maglia non è un veicolo sportivo”.

ROMA – Maglia della Roma, saluto militare e bandiere turche: è bufera social su Under. La foto pubblicata dal giocatore giallorosso a favore dell’offensiva turca in Siria non è piaciuta ai tifosi romanisti (e non) che hanno criticato il gesto dell’esterno: “Vergognati, mentre fai lo splendido sui social ci sono donne e bambini che muoiono. Facci vedere quanto sei maschio, vai tu in Siria. Roma fategli cancellare il post“.

Non mancano le richieste alla società di prendere le distanze dal giocatore: “Con questo post non rappresenti il club. Quindi per scrivere di politica devi farlo senza mettere in mezzo la Roma. Togliti quella maglia non la meriti“. E qualcuno evoca il St. Pauli che in un post si è dissociata da quanto scritto Cenk Sahin.

Roma, provvedimenti per Under?

Nessuna presa di posizione da parte della Roma che fino a questo momento ha preferito rimanere in silenzio. Ma presto ci potrebbero essere presi dei provvedimenti per Under. Il giocatore, alle prese con i suoi soliti problemi fisici, presto dovrebbe ritornare a disposizione ma il suo rientro all’Olimpico rischia di essere pieno di fischi.

Il gesto di utilizzare la maglia della Roma non è piaciuto ai tifosi che sono pronti, come già successo in passato, a criticare duramente il turco e a chiedere dei seri provvedimenti alla società.

Roma
Roma

Demiral come Under: la polemica infinita

Il post di Under è arrivato qualche ora dopo quello di Merih Demiral. Il difensore della Juventus, questa volta senza usare la maglia bianconera, ha espresso il suo appoggio alla decisione della Turchia di invadere la Siria. Ma anche in questo caso non sono mancate le polemiche specialmente in patria.

Di seguito il post di Merih Demiral

Il St Pauli licenzia Sahin

Il St Pauli non è stato clemente nei confronti di Sahin che aveva pubblicato un post pro esercito turco. Il club ha deciso di licenziare il calciatore.

Dopo diversi colloqui, proprietà, dirigenza e allenatore hanno deciso di esentare Cenk Sahin dall’allenamento e da ogni altro obbligo nei confronti del club con effetto immediato. A motivare la scelta è stato il disprezzo verso i valori alla base della nostra società, tra tutti il rifiuto di qualsiasi tipo di guerra. Il contratto esistente rimarrà al momento valido“, recita il comunicato.

ultimo aggiornamento: 15-10-2019

X