L’UE deve prendere sul serio le minacce di Vladimir Putin di poter usare armi nucleari nel conflitto in Ucraina, ha affermato il capo della politica estera del dipartimento.

Josep Borrell ha detto a Lyse Doucet della BBC che la guerra è giunta a un “momento pericoloso”.

Le sue osservazioni arrivano quando la Russia inizia da qualche giorno una mobilitazione parziale e si muove per annettere quattro regioni dell’Ucraina.

Putin ha dovuto affrontare battute d’arresto sul campo di battaglia, con le sue forze respinte da una controffensiva ucraina.

“Certamente è un momento pericoloso perché l’esercito russo è stato messo in un angolo e la reazione di Putin – minacciando l’uso di armi nucleari – è pessima”, ha detto Borrell.

A sette mesi dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, gli analisti concordano sul fatto che le forze del presidente Putin sono in ritardo, ma ha affermato che deve essere raggiunta una “soluzione diplomatica”, che “preservi la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina”.

“Altrimenti, possiamo finire la guerra, ma non avremo pace e avremo un’altra guerra”

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Putin ha detto che il suo paese dispone di “varie armi di distruzione” e avrebbe “usato tutti i mezzi a nostra disposizione”, aggiungendo: “Non sto bluffando”.

“Quando la gente dice che non è un bluff, devi prenderli sul serio”, ha detto Borrell.

Nello stesso discorso il presidente Putin ha annunciato la convocazione di 300mila russi che hanno prestato il servizio militare obbligatorio, scatenando proteste e segnalazioni di persone in fuga dal Paese per evitare di essere mandate in prima linea.

La guerra in Ucraina è stato l’argomento all’Assemblea generale delle Nazioni Unite di quest’anno

Ha ammesso che l’aumento del costo dei prezzi dell’energia causato dal conflitto è motivo di preoccupazione.

“La gente nel mio paese mi dice che il prezzo del gas significa che non possiamo continuare a lavorare, non possiamo continuare a far funzionare i miei affari”, ha detto il politico spagnolo, aggiungendo di aver sentito preoccupazioni simili da leader di Africa, Sud America e Sud-est asiatico.

Borrell ha invitato il presidente Putin a fare la sua parte nel raggiungimento di una soluzione negoziata, dicendo che “per ballare il tango, te ne servono due”.

“Tutti quelli che sono andati a Mosca, al Cremlino per parlare con Putin, sono tornati con la stessa risposta: ‘Io [Putin] ho obiettivi militari e se non li ottengo continuerò a combattere.’ Questa è certamente una direzione preoccupante, ma dobbiamo continuare a sostenere l’Ucraina”, ha affermato.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 24-09-2022


Papa ai giovani: “Non siate complici di un’economia che uccide”

Regina Elisabetta, svelata ufficialmente la lapide