Guidare con la pioggia: consigli per una guida sicura

Guidare con la pioggia vuol dire prestare la massima attenzione. Sulla strada, la distrazione è il nemico numero uno, specie durante un temporale. Ecco i consigli pratici per controllare l’auto sull’asfalto bagnato.

chiudi

Caricamento Player...

Come comportarsi in caso di pioggia

Il pericolo principale per chi si appresta a guidare con la pioggia è l’acquaplanning. Questo fenomeno indica un galleggiamento momentaneo della vettura su uno strato d’acqua depositatosi sulla strada. Ciò accade perché gli intagli sul battistrada non pompano l’acqua lateralmente. La pressione del veicolo sul suolo viene meno e perde aderenza. L’acquaplanning aumenta proporzionalmente all’aumentare della velocità dell’auto. Un altro pericolo è ciò che avviene in conseguenza ad una frenata di emergenza. Le ruote in questo caso potrebbero bloccarsi e se l’asfalto è bagnato si rischia di non riuscire più a controllare il veicolo. Il sistema ABS riduce in parte il rischio.

Prima di mettere in moto

Prima di ogni viaggio, controllare lo stato dei dispositivi di controllo e quelli di segnalazione. Nei momenti in cui si debba guidare con la pioggia, asciugate bene le sue delle scarpe, se umide potreste perdere il controllo sui pedali. Gli pneumatici ricoprono sempre un ruolo fondamentale quando si parla di sicurezza del veicolo. Ricordate di effettuare la manutenzione e di scegliere le gomme più adatte in base alla stagione ed alle temperature. Le gomme gonfiate in modo corretto garantiscono la giusta aderenza stradale. Infine, misurate la profondità del battistrada, per prevenire slittamenti.

Durante il viaggio

Guidare con la pioggia sarà meno rischioso se manterrete la distanza di sicurezza, poiché minori saranno le probabilità di impatto con il veicolo di fronte a noi. Anche schiacciare delicatamente il freno o rallentare sollevando il piede dall’acceleratore è un modo per diminuire i rischi. Così come percorrere i tracciati delle altre vetture, per aumentare l’aderenza dei pneumatici e tenere i fari accesi.