Hakan Calhanoglu: il Milan pronto a dargli un’ultima possibilità prima di gennaio

Hakan Calhanoglu osservato speciale: il turco potrebbe scendere in campo contro l’Atalanta ma in caso di fallimento potrebbe lasciare i rossoneri a gennaio.

A pochi giorni dall’apertura della sessione invernale del calciomercato, in casa Milan Massimiliano Mirabelli  sta facendo le prime valutazioni sulle possibili mosse sopratutto per quanto riguarda le trattative in uscita. Sarebbero tre i giocatori pronti a lasciare Mialanello, ma non è da escludere che i rossoneri possano cedere alla tentazione di fare cassa lasciando partire qualcuno dei nuovi arrivati che ancora non è riuscito a incidere.

Il caso Hakan Calhanoglu: il Milan si aspettava di più

Pupillo di Massimiliano Mirabelli e pagato come se non avesse saltato una stagione per squalifica, Hakan Calhanoglu rappresenta forse il punto interrogativo più grande del Milan. Se il potenziale di André Silva è sotto gli occhi di tutti (così come la sua immaturità calcistica), con il turco si ha l’impressione di aver già visto tutto. Piede raffinato, qualche spunto pregevole, punizioni velenose e basta. Manca la continuità, la capacità di incidere, quella di saltare l’uomo e creare la superiorità numerica. Insomma Calhanoglu è un giocatore che in altri campionati può fare bene, ma per la Serie A serve decisamente altro.

HAKAN CALHANOGLU
HAKAN CALHANOGLU

In 12 partite di campionato il ventitreenne di Mannheim ha messo a referto 1 gol 2 assist. I numeri migliorano guardando alle statistiche relative all’Europa League, ma non bisogna farsi trarre in inganno da un girone troppo semplice per essere vero. Quello che manca a Calhanoglu è un posto in campo in questo Milan, un ruolo adatto alle sue caratteristiche, una zona del campo dove possa incidere e decidere.

Hakan Calhanoglu, il ruolo resta un problema

Primo problema legato al ruolo di Hakan Calhanoglu: il turco è un trequartista puro, un numero dieci che ama agire dietro le punte. Il Milan però ha accantonato (almeno per il momento) l’ipotesi 4-3-1-2 perché significherebbe sacrificare Suso nel ruolo di seconda punta, lì dove ha dimostrato di fare fatica. Esterno nel tridente Calhanoglu non ha brillato così come non ha fatto bene come interno di centrocampo.

Milan, l’assenza di Suso regala un’occasione a Calhanoglu?

L’assenza di Suso per squalifica potrebbe regalare a Calhanoglu un’occasione importante contro l’Atalanta. La sfida è decisamente delicata per i rossoneri e Gennaro Gattuso dovrà decidere con attenzione l’undici da schierare. Difficile ma non impossibile che Rino possa optare per un cambio di modulo inserendo Calhanoglu alle spalle della coppia Kalinic-Cutrone. Ipotesi più realistica è quella di un 4-3-3 rimaneggiato con il possibile impiego dell’ex Leverkusen nel tridente offensivo. Se il giocatore dovesse giocare e deludere anche contro i bergamaschi non è da escludere che Mirabelli e Gattuso possano cambiare i loro piani in vista del mercato di gennaio sacrificando un numero dieci che un po’ stona con la storia del Diavolo.

ultimo aggiornamento: 20-12-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X