Lewis Hamilton indossa un caso arcobaleno a sostegno della comunità LGBTQI+ in occasione del GP del Qatar.

Hamilton porta in pista i diritti della comunità LGBTQI+ indossando un casco arcobaleno in occasione del GP del Qatar. Un messaggio sociale con chiare sfumature politiche quello del campione della Mercedes, ormai da tempo campione dei diritti sociali.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Hamilton in Qatar con il casco arcobaleno

Hamilton si espone e lancia il suo messaggio in un Paese particolarmente delicato per quanto riguarda il tema dei diritti della comunità LGBTQI+. Quella di Hamilton è una battaglia personale, una voce quasi fuori dal coro in un mondo spesso accusato di porsi troppi pochi problemi in nome dei profitti. Non ci sono dubbi sul fatto che il Circus, nel suo lungo viaggio Mondiale, approda in Paesi che adottano misure politiche discutibili in termini di democrazia e diritti umani. Da tempo Hamilton ha deciso di correre un’altra gara, di fare un altro sport. Non è l’unico ma sicuramente è il portabandiera dei piloti morali che non perdono occasione per mandare un messaggio politico e sociale.

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton

La battaglia di Hamilton: “Un singolo può fare solo una piccola parte, insieme possiamo avere un impatto più grande”

“Un singolo può fare solo una certa parte, piccola, di differenza; insieme possiamo avere un impatto più grande. Certo, quindi, che vorrei più sportivi e sportive esprimersi su questi temi”, ha dichiarato Lewis Hamilton nel giovedì prima della gara. “Quel che è importante, credo, è che proviamo ancora a portare consapevolezza su questi problemi e, pur essendoci stati dei cambiamenti nel corso del tempo, non è mai abbastanza”, ha aggiunto il campione della Mercedes.

Come sport e personalmente, siamo stati in molti di questi paesi ignorando, essendo inconsapevoli di alcuni problemi che ci sono. Sta a te stesso scegliere di imparare e rendere lo sport maggiormente responsabile, assicurarci che faccia qualcosa quando si corre in questi posti. Per questo ho provato a far sentire la mia voce“, ha chiosato Lewis Hamilton.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 19-11-2021


Caso Hamilton-Verstappen, la decisione della Fia sul sorpasso nel GP del Brasile

Tutto sulle auto d’epoca: dai modelli più costosi ai veri e propri affari