F1, Hamilton: “Resto in Mercedes, il dream team’. Nessun sogno infranto con la Ferrari: “Non ho intenzione di lasciare la squadra”.

Lewis Hamilton resta in Mercedes e mette la parola fine alle ipotesi e alle indiscrezioni sul suo futuro. E per il dispiacere di molti tifosi del Cavallino tramonta il trasferimento alla Ferrari.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Hamilton, ‘Resto alla Mercedes, la miglior scuderia del mondo’

Con un post sul proprio profilo Instagram, in risposta a un articolo del The Sun, Lewis Hamilton ha fatto sapere di essere intenzionato a rimanere in Mercede, ‘la miglio scuderia del mondo‘. In molti hanno ipotizzato che la sue decisione i restare in Mercedes sia in realtà figlia di una mancanza di alternative.

Per prima cosa non c’è alcun sogno infranto con un’altra squadra, perché sono già nel mio dream-team. Seconda cosa: non ho alcuna intenzione di lasciare la squadra di cui faccio parte, è un gruppo che mi ha supportato dal primo giorno, e siamo il team migliore“, ha scritto Hamilton nel suo post social.

Lewis Hamilton
Monza 07/09/2019 – qualifiche F1 / foto Insidefoto/Image Sport nella foto: Lewis Hamilton

Le alternative alla Mercedes

Per quanto difficile da immaginare, in effetti le alternative per Lewis Hamilton erano di fatto inesistenti. Dopo i rinnovi di Leclerc e Verstappen rispettivamente con la Ferrari e la Red Bull, l’unica alternativa per il campione del mondo era quella di prendere il posto di Vettel alla Rossa. Anche il pilota tedesco è in scadenza di contratto, anche se il rinnovo sembra solo una formalità. Alla luce degli attriti tra Leclerc e Vettel, la sensazione è che a Maranello non abbiano spinto fino in fondo il piede sull’acceleratore per portare Hamilton in Ferrari, questo per non correre il rischio di caricare di pressioni o demotivare Charles, astro nascente della Scuderia del Cavallino rampante.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 21-04-2020


Formula 1, Ricciardo: “Discorsi fermi con la Renault per il rinnovo”. Ferrari alla finestra

Autostrade, azzerate le commissioni per i gestori delle aree di servizio