Honda Africa Twin 2016: senza più segreti

Honda Africa Twin 2016, la Casa nipponica svela ufficialmente la più attesa novità dell’anno dopo che è apparsa “per caso” in un video postato su Youtube. Confermate le straordinarie caratteristiche.

La nuova Honda CRF 1000L Africa Twin, non ha più segreti, la Casa nipponica ha diffuso in dettaglio le sue caratteristiche che completano il video postato dalla stessa Casa su Youtube come sesto episodio della saga “True Adventure”. E proprio di una moto “avventura” si tratta. Come l’antenata che per prima ha sfoggiato sul serbatoio il celebre nome, la Honda Africa Twin è nata ed è stata progettata per affrontare i percorsi più duri e impegnativi a caccia di avventure.

Grazie al potente motore bicilindrico parallelo alla dinamica ciclistica e al peso contenuto in 208 kg a secco, può essere impiegata su qualsiasi tracciato ed è pronta a percorrere i continenti a qualsiasi latitudine e in ogni condizione, sia su strada sia in fuoristrada. Non condivide ovviamente nessuna componente con la progenitrice ma ne eredita l’essenza e lo spirito.

Il motore sfrutta le esperienze maturate proprio nella “nuova” Dakar (dal 2009 si corre in America Latina) dalle CRF450 Rally delle quali utilizza lo stesso tipo di testata Unicam e la generale estrema compattezza non solo della distribuzione, ma di tutte le componenti. l’accensione è a due candele per cilindro. l’albero motore ha una fasatura a 270°, mentre un doppio contralbero di bilanciamento riduce drasticamente le vibrazioni e la rumorosità meccanica. Il rombo di scarico, cupo e profondo, che si può udire distintamente nel filmato, è musica per gli appassionati di maxi enduro. Il ridotto sviluppo in altezza del motore contribuisce all’ampia luce a terra che permette di affrontare con sicurezza anche i fondi stradali tormentati e ricchi di ostacoli. La disposizione dei componenti interni ha tenuto conto sia del comportamento dinamico sia del look del motore. La pompa dell’acqua è sistemata all’interno del carter frizione e azionata da uno dei due contralberi di bilanciamento. Il carter motore ha un design ribassato ed incorpora l’olio con la relativa pompa in pressione. Il cambio è a sei rapporti e sfrutta lo stesso sistema di azionamento della CRF 450R.

Il telaio è a semi-doppia culla e sfoggia una forcella Showa a lunga escursione completamente regolabile. Sui piedini a perno avanzato monta pinze freno radiali Nissin a 4 pistoncini che mordono dischi flottanti da 310 mm con profilo a margherita. Anche il monoammortizzatore è pluriregolabile, con pratico registro idraulico a pomello per il precarico molla. I cerchi a raggi sono da 21” all’anteriore e 18” al posteriore, con pneumatici 90/90-21 e 150/70-18. Accettano sia pneumatici adatti all’uso prevalentemente stradale sia gomme tassellate per l’off-road estremo.
Spicca il serbatoio di grande capacità da 18,8 litri e il doppio gruppo ottico incastonato nell’alto cupolino, chiari richiami alla mitica antenata dakariana.

Per consentire all’elettronica di bordo di adeguare la resa dinamica dell’Africa Twin ad ogni condizione climatica e di fondo, sia su strada sia in fuoristrada, il sistema per il controllo della trazione Honda Selectable Torque Control (HSTC) si può impostare su tre livelli di intervento oppure disattivarlo, ed è possibile escludere l’ABS sulla ruota posteriore (solo versioni ABS e DCT-ABS).

La nuova Honda Africa Twin sarà disponibile in tre versioni: Standard, ABS e DCT-ABS, per le quali sono previste quattro differenti colorazioni: CRF Rally, Tricolour, Silver, Black, tutte con gruppi ottici a LED, a partire da Euro 12.400 f.c. La nuova CRF1000L Africa Twin sarà disponibile anche in versione con cambio sequenziale a doppia frizione Honda DCT (Dual Clutch Transmission).

Vai alla scheda tecnica

Vedi il video

Leggi la storia della Honda Africa Twin

Leggi la storia della Parigi-Dakar

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella galleria fotografica

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 24-07-2015

Enzo Caniatti

X