L’Honda HR-V Sport si caratterizza per la meccanica aggiornata e il nuovo motore da 182 CV oltre agli esclusivi elementi di design, quali lo splitter e il doppio terminale di scarico.

La Honda ha implementato un ampliamento della gamma dell’HR-V introducendo la versione Sport. Il crossover giapponese potrà contare anche su una nuova motorizzazione, il 1.5 turbo già offerto sulla Civic. La produzione del nuovo modello inizierà a dicembre 2018 mentre le prime consegne ai clienti sono in programma per la primavera del 2019.

L’Honda HR-V 1.5 turbo VTEC

In un’apposita nota stampa, il costruttore nipponico ha diffuso i dati e le specifiche relative al nuovo allestimento della HR-V.

Una delle principali novità è rappresentata dal motore Honda HR-V Sport, ovvero il 1.5 VTEC Turbo diesel che ha debuttato sull’ultima generazione della Civic. Questo 4 cilindri in linea migliora le prestazioni dell’HR-V, sviluppando una potenza massima di 182 CV (134 kW) ad un regime di 5.5000 giri al minuto (con il cambio manuale a 6 marce) e a 6.000 giri con la trasmissione automatica CVT. Per quanto riguarda i valori di coppia, il costruttore giapponese dichiara 240 Nm (tra i 1.900 e i 5.000 giri al minuto) con la trasmissione manuale mentre con il cambio automatico il valore scende a 220 Nm a partire da 1.700 giri (fino a 5.500 giri).

Gli aggiornamenti della meccanica

La versione sportiva dell’Honda HR-V 2019, oltre ad una motorizzazione aggiornata, presenterà anche alcune novità in fatto di meccanica, grazie all’upgrade dello chassis e delle sospensioni; aggiornato anche il design, sia degli esterni che degli interni con l’aggiunta di alcune caratteristiche esclusive.

Honda HR-V Sport
Fonte immagine: https://twitter.com/mid_news

La Casa giapponese sottolinea come l’Honda HR-V Sport “è stata sviluppata per fornire ai compratori un’esperienza di guida più dinamica da parte di un SUV ultra-compatto“. L’intero allestimento è stato realizzato per ottimizzare l’equilibrio e la rigidità torsionale della vettura, così come il controllo delle sospensioni e la sensibilità dello sterzo, grazie all’esclusiva tecnologia “Performance Damper“. Quest’ultima integra il sistema delle sospensioni anteriori e posteriori e opera controbilanciando i movimenti torsionali relativi attraverso lo chassis. Questo sistema “tiene l’auto più aderente alla strada” – fanno sapere dalla Honda – “durante le curve, migliora la stabilità durante i cambi improvvisi di corsia e riduce le vibrazioni sui fondi stradali sconnessi“.

Anche il set-up dello sterzo è specifico per l’allestimento; esso impiega un sistema a pignone e cremagliera variabile elettro-assistito che viene completato dalla tecnologia Agile Handling Assist. Ciò permette di avere una risposta ottimale in fase di sterzata.

L’aggiornamento del design

L’allestimento Honda HR-V Sport 2019 si caratterizzerà anche per una veste stilistica aggiornata che prevede “una nuova interpretazione della grafica ‘Solid Wing Face’ con un pannello cromato nero che rimpiazza quello brunito standard sulla HR-V 2019“. La calandra anteriore sfoggerà anche un’esclusiva finitura a nido d’ape che include i proiettori fendinebbia laterali.

Anche l’aerodinamica è stata aggiornata con un sottile splitter anteriore, minigonne laterali, passaruota aggiuntivi e paraurti posteriori “più aggressivi“; ogni elemento presenta rifiniture in nero. L’allestimento include, inoltre, vetri posteriori oscurati, doppio terminale di scarico e cerchi in lega da 18” con design esclusivo. La dotazione dei gruppi ottici è composta interamente da fari a LED, sia per quanto riguarda le luci principali che quelle diurne. Per l’abitacolo, l’allestimento offre nuovi sedili, con un’esclusiva armonia black&red e il soffitto nero che accentua il carattere sportivo.

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/autodescuento_coches_baratos/2397484389

Fonte immagine: https://twitter.com/mid_news

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
auto Honda honda hr-v sport motori

ultimo aggiornamento: 30-11-2018


Renault-Nissan, avanti con l’Alleanza anche dopo l’arresto di Ghosn

FCA, piano da 5 miliardi per la produzione di 13 modelli entro il 2021