Honda Project 2&4: MotoGP a quattro ruote

Honda Project 2&4, ovvero metti quattro ruote al motore della RC213V e otterrai un piccolo “mostro” da 215 cavalli, capace di fare impallidire in prestazioni molte supercar.

La Honda Project 2&4 verrà presentata al prossimo IAA di Francoforte, in programma dal 15 al 27 settembre (i primi due giorni riservati alla stampa). La possiamo definire un esercizio di tecnica e di stile del reparto R&D moto di Honda con sede ad Asaka, progettato in collaborazione con il reparto R&D auto situato a Wako. Ha vinto il Global Design Project, istituito dalla Casa nipponica per stimolare la creatività dei propri progettisti.

Il design delle sovrastrutture e la posizione del motore traggono ispirazione dalla Honda RA272, vettura monoposto da F1 che la Casa giapponese realizzò nel 1965. La struttura lascia in vista il telaio e le parti funzionali dell’auto, proprio come avviene per una moto, rispetto alla quale è altrettanto compatta. La Honda Project 2&4 è lunga 3.040 metri larga 1,82 metri, alta 99,5 centimetri e pesa solo 405 kg.

Simili dimensioni enfatizzano la potenza erogata dal motore, collocato in posizione centrale e che, unitamente al baricentro basso, garantisce livelli di reattività da Formula. Il sedile del pilota sospeso appena sopra il livello dell’asfalto offre sensazioni di guida da moto, anche se tra le mani si stringe un volante anziché un manubrio.

Il motore è quello sviluppato per la moto MotoGP, appositamente adattato all’uso su strade aperte al traffico. È un V4 da 999 cc di cilindrata a quattro tempi in grado di erogare una potenza massima di oltre 215 CV a 13.000 giri/min e può salire sino a 14.000 giri/min, con una coppia massima di oltre 118 Nm a 10.500 giri/min. Il cambio è a sei rapporti a doppia frizione (DCT, Dual Clutch Transmission).

Clicca sulle foto per ingrandirle

ultimo aggiornamento: 10-09-2015

X