Hong Kong, anche TikTok nega app alla polizia. Lam: "Applicazione legge"

Hong Kong, TikTok blocca app dopo approvazione legge sulla sicurezza. Lam: “Non è sventura…”

Anche TikTok blocca le richieste della polizia di Hong Kong dopo l’entrata in vigore della legge sulla sicurezza. La governatrice Lam: “Ripristinare fiducia”.

PECHINO – La legge sulla sicurezza entrata in vigore a Hong Kong sta provocando già i suoi effetti.

Social in ‘fuga’ da Hong Kong

E’ notizia di poco fa quella relativa a TikTok (di proprietà della ByteDance con sede in Cina) che ha deciso di interrompere il servizio della sua famosa app di condivisione di brevi video a Hong Kong, a causa dei “recenti eventi“. Di recente Facebook, Google e Twitter hanno bloccato le richieste del governo e della polizia dell’ex protettorato britannico per avere informazioni sugli utenti, a seguito dell’imposizione cinese della nuova legge sulla sicurezza.

https://www.youtube.com/watch?v=tTJXUrlLj3U

Le parole della governatrice

Nel frattempo, la governatrice della regione Carrie Lam ha difeso la nuova legge sulla sicurezza nazionale imposta da Pechino sull’ex colonia, non ritenendola una “sventura” e dicendosi certa che avrebbe aiutato a ripristinare fiducia e stabilità. Lam ha assicurato che la legge sarà “applicata con vigore. Avverto quei radicali di non tentare di violarla o di attraversare la linea rossa perché le conseguenze previste sono molto gravi“. Diritti e autonomia “sono tutelati“. 

Occidente critico con Pechino

La legge punisce gli atti di sovversione, secessione, terrorismo e collusione con le forze straniere compiuti nell’ex colonia britannica. Il provvedimento, che ha causato la dura opposizione di Usa, Ue e Gran Bratagna, è visto come una stretta all’ampia autonomia di Hong Kong prevista al momento del passaggio della città dalla sovranità di Londra a quella di Pechino.

ultimo aggiornamento: 07-07-2020

X