Huawei accusata di furto di segreti commerciali negli Stati Uniti. Un procuratore federale di New York ha parlato di criminalità organizzata.

WASHINGTON (STATI UNITI) – Huawei accusata di furto di segreti commerciali negli Stati Uniti. A riportare la notizia è il Wall Street Journal che cita un procuratore federale di New York che ha parlato di “criminalità organizzata”.

Secondo quanto scritto dal quotidiano americano, la multinazionale cinese da almeno un decennio svolge un’attività che gli ha permesso di violare la protezione della proprietà intellettuale di almeno sei aziende. Un’azione criminale che ha come primo obiettivo quello di rafforzare il proprio business globale.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Huawei nel mirino della Procura americana

Il furto di segreti commerciali è stato lanciato, per primo, dal consigliere della Casa Bianca, Robert O’Brien. Uno degli uomini fidati di Trump ha dichiarato come la multinazionale avrebbe realizzato delle porte di accesso sui propri sistemi per impossessarsi dei dati contenuti nelle rete mobile.

Le parole sono state confermate anche da un procuratore di New York che ha parlato di “criminalità organizzata“. Si tratta di indiscrezioni che non hanno conferme ufficiali ma gli americani sulla vicenda preferiscono mantenere il massimo riserbo visto che si tratta di un’indagine molto delicata.

Huawei
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/HuaweiMobileIT

Cosa rischia Huawei?

L’indagine è in corso e nelle prossime settimane ci potrebbero essere importanti novità. Huawei rischia una multa importante oltre una possibilità di una nuova crisi diplomatica tra Usa e Cina. Non è la prima volta, infatti, che Washington e Pechino si scontrano sulla telefonia mobile.

La Casa Bianca con questo annuncio ha voluto anche avvisare gli alleati, a partire da Londra, che stanno collaborando con l’azienda cinese per dare vita al 5G. Uno scontro destinato a continuare nelle prossime settimane visto che nessuno ha intenzione di fare un passo indietro sulla vicenda. Huawei che rischia una multa importante in caso di conferma delle accuse.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pg/HuaweiMobileIT

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 13-02-2020


Coronavirus, la Cina ha mentito (o almeno bluffato) sui numeri di contagiati e vittime

Crac Banca Etruria, condannati ex vertici per ostacolo alla vigilanza