Hublot Big Bang Ferrari: nel segno delle Rosse

In diretta da Baselworld, la più importante Fiera di orologi al mondo che oggi apre i battenti a Basilea, ecco l’ultima evoluzione dell’Hublot Big Bang Ferrari.

Sono ormai tre anni che la prestigiosa Maison orologiaia ha stretto una solida collaborazione con Ferrari, ideando una famiglia speciale di segnatempo diventati simbolo di distinzione al polso dei ferraristi di tutto il mondo e non solo loro. Non si può infatti non rimanere affascinati davanti all’Hublot Big Bang Ferrari, che nel disegno richiama alla mente la super sofisticata meccanica delle hypercar di Maranello.

Dopo aver debuttato nel 2012 con i Big Bang Titanium e Big Bang Magic Gold ed aver proseguito con il celebre MP-05 LaFerrari, omaggio alla più prestigiosa stradale del Cavallino – unico segnatempo al mondo ad assicurare 50 giorni di riserva di carica -, la Maison presenta a Baselworld due nuovi modelli della gamma Big Bang sviluppati con Ferrari.

Il primo è il Big Bang Ferrari Ceramica Nera, reso sportivamente aggressivo grazie al classico colore rosso Ferrari. Il secondo, denominato Big Bang Ferrari Ceramica Grigia, è invece un omaggio, nei colori, al NART, il North America Racing Team di Luigi Chinetti che negli anni Cinquanta e Sessanta dettò legge con le sue Ferrari nelle principali competizioni di endurance, non soltanto statunitensi, ma anche europee. Famosa la vittoria alla 24 Ore di Le Mans del 1965 con una Ferrari 250 LM, che segnò l’ultima vittoria di Maranello nella prestigiosa maratona francese.

Il design sportivo del telaio, in ceramica nera o grigia, è esaltato dal quadrante aerodinamico e profilato in modo tale da creare un effetto di profondità sulla vista del motore. Il movimento di manifattura Unico è incentrato sulla inconfondibile calandra delle supersportive Ferrari, vale a dire una maglia a losanghe brunita che consente di vedere in trasparenza le platine dei ponti del movimento. Sul quadrante spiccano a ore 9 il cavallino rampante e a ore 3 il contatore dei minuti e il datario con i colori dello stemma Ferrari. Il colore del cinturino viene ripreso anche sul quadrante. Indici e lancette rodiati per la ceramica grigia e dipinti in rosso per la ceramica nera. La massa oscillante, visibile attraverso la trasparenza del vetro zaffiro, è invece ispirata ai cerchi a cinque raggi delle Rosse.

La carrure è fornita di pulsanti in titanio e caucciù dalla forma allungata, come i pedali delle auto sono fissati su un asse di rotazione. Sul cinturino, in pelle rosso o grigio, spiccano le classiche strisce colorate centrali tipiche delle auto da competizione. Si avvale dell’innovativo sistema di fissaggio “One clic”, ispirato alle cinture di sicurezza, che ne facilita l’intercambiabilità. La riserva di carica è di ben 72 ore. Entrambe le versioni sono limitare a 250 esemplari destinati a diventare preziosi oggetti da collezione.

Clicca sulle foto per ingrandirle

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 18-03-2015

Enzo Caniatti

X