I cinque gol più belli di Aldo Serena con la maglia del Milan

46 presenze complessive tra campionato (A e B) e Coppa Italia, 14 gol realizzati, tutti nella serie cadetta: ecco i numeri in rossonero di Aldo serena.

chiudi

Caricamento Player...

Nel palmares milanista di Aldo Serena, oltre ai due Scudetti vinti nel biennio 1991-1993, c’è anche un campionato di Serie B. In quella stagione (1982-83), il centravanti nativo di Montebelluna realizzò 14 gol, contribuendo fattivamente alla promozione del Milan in A. Ecco la nostra personale Top Five delle sue prodezze in rossonero.

I cinque gol più belli di Aldo Serena con il Milan

Serie B 1982-1983, il Milan di mister Castagner non va oltre il 2-2 casalingo contro la Sambenedettese. Ad aprile marcature, attorno alla mezzora del primo tempo, è Aldo Serena, che va a segno con la specialità della casa: il colpo di testa. Spunto di Icardi sulla destra, cross in mezzo e tuffo vincente del centravanti rossonero.

24 ottobre 1982, i rossoneri strapazzano 5-0 il Bologna a San Siro. Al festival del gol partecipa anche Serena, che al minuto 78 cala la manita con un preciso mancino di prima intenzione che si insacca alle spalle del portiere rossoblù Zinetti.

31esima giornata del campionato cadetto 1982-83, il Milan cade sul campo del Perugia. Tra i marcatori del match c’è Aldo Serena, che trova la via del gol a cavallo del primo quarto di gioco. Punizione di Alberico “Chicco” Evani e stacco imperioso dell’attaccante milanista, che non lascia scampo a Di Leo.

Domenica 15 maggio 1983, il Milan travolge 5-1 la Lazio al Meazza. Aldo Serena, autore di una doppietta, è il grande protagonista della partita. A dieci minuti abbondanti dal termine, il numero nove rossonero supera l’estremo difensore laziale a modo suo: traversone dalla sinistra, splendido colpo di testa e pallone là dove Orsi non può arrivare.

Stessa storia, stessa gara, ma nella porta opposta. Primo tempo, siamo ancora sullo 0-0: Serena sblocca la gara bruciando l’intera retroguardia della Lazio. Grande giocata di Verza e rasoterra in area per la punta milanista, che calcia di prima intenzione con il sinistro spedendo la palla all’incrocio.