I cinque gol più belli di Angelo Colombo con la maglia del Milan

Angelo Colombo ha vinto praticamente tutto in rossonero: uno Scudetto, due Coppe dei Campioni, una Supercoppa Europea e una Intercontinentale.

Angelo Colombo è stato un giocatore preziosissimo per Arrigo Sacchi e il Milan. Ha macinato chilometri su chilometri, correndo per sé e per i compagni. Insomma, il biondo centrocampista ha dato un grande contributo alla causa milanista, collezionando 115 presenze complessive impreziosite da 7 gol. Ecco la nostra personale Top Five delle sue prodezze in rossonero.

I cinque gol più belli di Angelo Colombo con il Milan

7 maggio 1989, il Milan di Arrigo Sacchi batte 2-1 il Torino a San Siro. Ad aprire le marcature, nella ripresa, è Angelo Colombo, che finalizza al meglio un’ottima azione manovrata: cross dalla sinistra di Roberto Donadoni, sponda aerea di Marco Van Basten (fresco di Pallone d’Oro) e tocco ravvicinato del centrocampista rossonero, che non sbaglia a tu per tu con Marchegiani.

Serie A 1987-1988, i rossoneri travolgono 4-1 il Napoli al Meazza. I partenopei passano in vantaggio con Careca, ma ci pensa Angelo Colombo a riequilibrare il match: rasoterra dalla destra di Ruud Gullit e conclusione di prima intenzione del numero quattro milanista, che da centro area spedisce il pallone alle spalle di Garella.

Gennaio 1988, Angelo Colombo regala la vittoria al Milan con un gol da tre punti. Minuto 27 del primo tempo: tocco all’indietro di Gullit, gran botta di controbalzo dal limite del biondo centrocampista e palla all’angolino.

18esima giornata del campionato 1988-1989, il Milan espugna il Comunale di Firenze. La rete del vantaggio rossonero è di Angelo Colombo, che al tramonto della prima frazione di gara si inventa un gol da urlo. Il quattro milanista prende palla sul binario di destra, entra in area, salta un avversario e disegna un arcobaleno con il mancino che si spegne all’incrocio.

Domenica 25 giugno 1989, i rossoneri rifilano quattro gol a domicilio al Bologna. A dir poco spettacolare la rete di Angelo Colombo, che palleggia e calcia al volo da oltre venti metri: traiettoria imparabile e pallone là dove Sorrentino non può arrivare.

ultimo aggiornamento: 13-09-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X