I cinque gol più belli di Stefano Eranio con la maglia del Milan

Tre Scudetti, altrettante Supercoppe Italiane, una Champions League e una Supercoppa Europea: niente male il palmares in rossonero di Stefano Eranio.

chiudi

Caricamento Player...

Cinque stagioni, 140 presenze complessive (tra campionato, Champions e competizioni varie), un bel po’ di trofei in tasca. Stefano Eranio, dal ’92 al ’97, ha dato il suo onestissimo contributo alla causa rossonera. Nel corso della sua esperienza con il Milan, l’ex centrocampista ha messo a segno 12 gol. Ecco la nostra personale Top Five.

I cinque gol più belli di Stefano Eranio con il Milan

6 marzo 1994, il Milan di mister Fabio Capello espugna il Delle Alpi grazie a un gol di Stefanio Eranio. Minuto 60: cross dalla sinistra di Zvone Boban, tocco sottomisura del centrocampista rossonero e pallone alle spalle di Angelo Peruzzi. Bye bye Juventus e Scudetto ipotecato

Serie A 1996-1997, i rossoneri di Arrigo Sacchi superano 2-0 in trasferta l’Atalanta. A chiudere definitivamente i conti è Stefano Eranio: pallone dentro di Boban e destro al volo del numero ventiquattro milanista, che da centro area coglie in controtempo il portiere atalantino Pinato.

Champions League 1992-1993, girone semifinale: il Milan batte 1-0 il Porto a San Siro, dopo aver vinto anche all’andata in Portogallo. La rete decisiva, intorno alla mezzora del primo tempo, è di Stefano Eranio: triangolo con Marco Simone (che restituisce il pallone al compagno con un geniale colpo di tacco) e destro di prima intenzione del centrocampista rossonero, che insacca all’incrocio.

12esima giornata del campionato 1996-97: Stefano Eranio regala i tre punti al Milan contro l’Udinese realizzando il gol del definitivo 2-1. Assist di tacco di George Weah e tocco sotto del ventiquattro milanista, che non sbaglia a tu per tu con Turci.

Coppa Italia 1992-93, semifinale di ritorno: il gol di Stefano Eranio non basta, la Roma elimina i rossoneri dalla competizione dopo il 2-0 dell’andata all’Olimpico. Splendida, comunque, la rete del centrocampista, che va a segno sugli sviluppi di un calcio d’angolo: piattone al volo da posizione defilata e tanti saluti a Cervone.