Il momento dei regali si avvicina e per gli appassionati di cinema e serie TV i dispositivi per lo streaming sono senza dubbio più che graditi.

Le chiavette per lo streaming (chiamate anche stick) sono accessori essenziali da avere nelle nostre case e spesso rappresentano uno dei regali perfetti da trovare sotto l’albero a Natale. Questi piccoli dispositivi per lo streaming hanno una serie di vantaggi interessanti.

Prima di tutto sono più semplici da utilizzare e più affidabili rispetto alle classiche smart TV, e spesso godono di un supporto migliore e di una maggiore compatibilità, per esempio, con i dispositivi per la smart home. Alcuni brand offrono infatti streaming stick in grado di interagire efficacemente con la domotica presente nelle nostre case.

Ma su quale chiavetta TV per lo streaming dovremmo orientarci, nel caso in cui volessimo fare un acquisto di questo tipo?

In generale la maggior parte delle marche disponibili offre tantissime opzioni tra cui possiamo scegliere, in modo da soddisfare le nostre esigenze o quelle del destinatario del nostro regalo.

Di seguito possiamo trovare un elenco delle migliori chiavette e TV box per lo streaming disponibili oggi, nonché delle utili informazioni relative alle integrazioni di domotica, al mondo del gaming e tutti questi argomenti succosi che renderà il nostro regalo piacevole da ricevere.

Google Chromecast

dispositivi per lo streaming chromecast

Google Chromecast, abbinata alla Google TV è un dispositivo per lo streaming che supporta il 4K ed è dotata di telecomando con controllo vocale integrato.

Insieme ai nostri ospiti possiamo anche utilizzare i nostri smartphone, tablet o computer per trasmettere direttamente alla chiavetta video, foto e musica in modo da guardarli sullo schermo del nostro televisore.

Nvidia Shield TV

dispositivi per lo streaming nvidia shield

Se abbiamo a disposizione un budget più importante possiamo optare su NVIDIA Shield TV.  Questo prodotto è un TV Box in grado di riprodurre video in 4K e addirittura effettuare streaming per video fino a risoluzione 1080p. L’unica pecca della NVIDIA Shield TV è il prezzo: decisamente meno economico rispetto alle altre proposte.

Amazon Fire Stick 4K

dispositivi per lo streaming fire TV stick

Amazon Fire Stick 4K ci permette di guardare contenuti in streaming in altissima definizione attraverso l’utilizzo di un semplice e comodo telecomando dotato di controllo vocale.
Il prodotto ha un costo contenuto ed è particolarmente semplice da utilizzare; è perfetto per tutti quelli che hanno già confidenza con l’ecosistema Amazon.

Apple TV 4K.

dispositivi per lo streaming apple tv

Apple TV 4K è un prodotto costoso con tutti i pregi del marchio della mela morsicata: interfaccia super pulita e immediata, perfetta integrazione con gli altri dispositivi apple e massima stabilità possibile. Apple TV ci permetterà di usare iPhone o iPad direttamente come telecomandi, senza necessitare di altri accessori.

Roku Premiere

dispositivi per lo streaming roku

Volendolo riassumere in cinque parole: economico e semplice da utilizzare.
Perchè complicarci la vita? Roku Premiere supporta la definizione in 4K, impiega solo qualche minuto per il set-up e ha un prezzo più che abbordabile.

L’interfaccia è minimale, è dotato di telecomando, è compatibile con tutti i nostri servizi di streaming preferiti e con i dispositivi per smart home targati Amazon e Google.
Se sentiamo di non aver bisogno di una definizione 4K possiamo orientarci sul pacchetto Roku più economico, il Roku Express HD, che possiamo abbinare alla soundbar in modo da creare il regalo di Natale definitivo. Il motivo per cui questo prodotto non è in cima alla lista è che purtroppo la reperibilità sul mercato italiano non è eccezionale.

Fonte foto copertina: amazonfiretv.blog/apple-tv-app-available-now-on-fire-tv-stick-and-fire-tv-stick-4k-6a1cef230a2f

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
dispositivi guide News streaming tech tv

ultimo aggiornamento: 14-11-2020


Come cambiare il nome Bluetooth in un dispositivo Android

Gli sfondi virtuali (finalmente) arrivano anche su Google Meet