Ludogorets-Milan, occhio a Keresu e Marcelinho

Il Milan affronterà il Ludogorets nei sedicesimi di Europa League. I bulgari non giocano da due mesi per la pausa invernale. I punti di forza della formazione di Dimitrov sono Keresu e Marcelinho.

L’ultima gara ufficiale giocata dal Ludogorets risale al 14 dicembre 2017 in Coppa di Bulgaria. Il campionato nazionale osserva infatti una lunga pausa invernale e riprenderà solo nel prossimo week-end. Prima, per i biancoverdi di Razgrad c’è l’impegno di Europa League contro il Milan: giovedì 15 febbraio, alla “Ludogorec Arena”, alle 19.00 il fischio d’inizio dell’andata dei sedicesimi di finale. I campioni di Bulgaria, dopo l’eliminazione al 3° turno preliminare di Champions League, sono retrocessi al torneo Uefa minore. Nel Gruppo C, Dyakov e compagni hanno conquistato il 2° posto con 9 punti (2 vittorie, 3 pareggi e una sconfitta; 7 gol fatti e 5 subiti), eliminando formazioni come il Basaksehir e l’Hoffenheim.

La probabile formazione dei bulgari

Il tecnico del Ludogorets, Dimitar Dimitrov, dovrebbe schierare i suoi con il consueto 4-2-3-1: Broun, Cicinho, Plastun, Moti, Natanael, Anicet, Goralski, Lukoki, Marcelinho, Dyakov, Keseru. I possibili ballottaggi riguardano Dyakov con Wanderson e Keresu con Vura.

I pericoli per il Milan

Tra gli elementi del Ludogorets da tenere maggiormente d’occhio c’è innanzitutto il brasiliano naturalizzato bulgaro Marcelinho: classe ’84, piede destro, si tratta del profilo più tecnico dell’undici di Dimitrov. In 252 gare ufficiali ha realizzato 77 gol e 62 assist. Bonucci e compagni dovranno poi stare attenti a Claudiu Keresu: l’attaccante rumeno ha già segnato 10 gol in campionato ma è rimasto a secco nel girone di Europa League. Tra le alternative, attenzione ai talentuosi Wanderson e Vura.

Ricevi le ultime notizie sul Milan, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 13-02-2018

Fabio Acri

X