Per diversi motivi è importante conoscere i termini di pagamento del TFR, soprattutto quando il datore di lavoro decide di terminare un rapporto.

Le problematiche legate a i termini di pagamento del TFR sono moltissimi, per questo motivo è utile comprendere da che parte iniziare e come ottenere un buon risultato. Se siete alla continua ricerca di informazioni, questo è il sito giusto per voi.

I Termini di pagamento del TFR quali sono realmente?

Non dovete preoccuparvi in merito ai termini di pagamento del TFR, infatti quando si parla del trattamento di fine rapporto potrete ricevere in maniera diretta il pagamento. Secondo le leggi rilasciate dai Contratti Collettivi Nazionali di Categoria, i termini sono di un mese per i lavoratori del settore meccanico e di 45 giorni per chi lavora nella pubblica amministrazione.

L’importo totale che deve essere rilasciato al dipendente, deve essere disponibile senza alcun tipo di problema e per questo, vi consigliamo sempre di seguire la prassi e se siete voi a lasciare le dimissioni, l’azienda è comunque obbligata a pagare il vostro importo.

Che cosa succede se non vengono rispettati i termini di pagamento del TFR?

Nei rari casi in cui non vengono rispettati i termini di pagamento del TFR, il datore rischia pene molto grosse. Infatti, nel minor tempo possibile è tenuto a rilasciare la somma che spetta all’ex lavoratore e aggiungere anche una sostanziosa quota di interessi.

Se il pagamento non dovesse avvenire, avete tutti i diritti di richiedere azioni legali anche se nella maggior parte dei casi, il salvo viene proposto dal Fondo di Garanzia che sostituisce a tutti gli effetti il datore di lavoro. In questo caso il termine di pagamento aumenta a sessanta giorni dal momento della richiesta da parte del lavoratore.

Per questo motivo non preoccupatevi perché siete tutelati da un fondo che pensa anche a questi casi.

certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 27-03-2017


Carta per giovani, le migliori carte di credito destinate a queste fasce d’età

Cosa sono i titoli bancari e a chi conviene acquistarli? Un investimento a medio termine