Marco Giampaolo: "Soddisfatto della prestazione, ma serve tempo"

Bayern-Milan, Giampaolo: “Soddisfatto, ma ci vuole tempo”

Ecco le dichiarazioni rilasciate dal tecnico abruzzese dopo la sconfitta con il Bayern, gara d’esordio dei rossoneri nella International Champions Cup 2019.

International Champions Cup 2019: Bayern Monaco-Milan finisce 1-0. Tutto sommato una buona prova per i rossoneri, considerate le assenze e la miglior condizione atletica dei tedeschi, che hanno cominciato prima la preparazione. Al termine del match, il tecnico milanista, Marco Giampaolo, ha parlato ai microfoni di Milan TV. Ecco le sue parole.

“Tanti riscontri positivi, il Bayern era più avanti di noi, aveva già giocato diverse partite. Noi eravamo alla prima e ci siamo arrivati con tanti giocatori forti fuori, ma abbiamo comunque giocato bene. Abbiamo provato a riproporre l’idea di gioco provata in questi dieci giorni a Milanello”.

L’allenatore abruzzese, dunque, è soddisfatto della performance offerta dai suoi al Children Mercy Stadium di Kansas City: “Ci sono un po’ di cose da mettere a posto – ha aggiunto – ed io ho diversi spunti per andare a lavorare nel miglior modo possibile sulle cose che vanno sistemate. La squadra ha grandi qualità, i giocatori capiscono subito cosa manca e lavorano bene per rimediare. Per assimilare un certo tipo di gioco ci vuole del tempo”.

Theo Hernandez
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

ICC 2019, Marco Giampaolo: “Hernandez mi è piaciuto”

Una considerazione anche su Theo Hernandez , costretto a lasciare il campo nel primo tempo per infortunio: “Theo mi è piaciuto molto. Grande qualità e grande forza, peccato che si sia fatto male ma mi è piaciuto tanto nei minuti in cui ha giocato”.

Infine, Marco Giampaolo ha parlato dei difensori e del giovane Matteo Gabbia, partito dal primo minuto contro il Bayern Monaco: “Il ruolo del difensore centrale è complicato, io ho delle richieste ben precise per chi gioca in quel ruolo. Quando trovo giocatori così disponibili ed intelligenti diventa tutto più facile, Gabbia ha giocato con grande attenzione. Ora sta a lui impegnarsi per provare a crearsi più spazio”.

ultimo aggiornamento: 24-07-2019

X