Le dichiarazioni di Visco a un evento dell’Accademia dei Lincei e Società italiana degli economisti: “Fondi europei devono essere spesi bene”.

In occasione dell’evento dell’Accademia dei Lincei e della Società italiana degli economisti, il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco ha fatto il punto sulla situazione economica del Paese, colpito dall’emergenza coronavirus.

Visco, “Lo stato di incertezza non consente di fare previsioni”

Nel corso del suo intervento Visco ha parlato dell’incertezza del momento, con l’economia italiana in affanno a causa dell’emergenza coronavirus.

“Lo stato di incertezza non consente di fare previsioni non dico accurate ma ragionevoli, procediamo per scenari possibili […]Questa incertezza non vuole dire che non dobbiamo fare niente”.

Ignazio Visco

“I fondi europei andranno pagati”

Visco ha poi parlato della strada da seguire per riuscire effettivamente a indirizzare il paese sulla strada del rilancio. Il Governatore ha parlato di una buona burocrazia, concetto differente da una burocrazia assente. Inoltre Visco ha affrontato il tema caldo dei fondi europei, che devono essere spesi bene.

“I fondi europei andranno pagati, resterà su di noi il pagamento e per questo devono essere spesi bene, in infrastrutture e progetti utili senza perderli in rivoli”.

Parlamento Europeo
Parlamento Europeo

Visco sulla rimodulazione dell’Iva

Il numero uno d Bankitalia ha commentato anche l’ipotesi della rimodulazione dell’Iva ventilata da Giuseppe Conte al termine degli Stati Generali. Il Governatore ha parlato di una vecchia storia che rientra in un tema sempre attuale, quella della lotta all’evasione fiscale. Lo stesso Presidente del Consiglio ha puntualizzato che la proposta è in fase di analisi. L’ostacolo principale è rappresentato dai costi ingenti per le casse dello Stato.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
economia evidenza Ignazio Visco politica

ultimo aggiornamento: 22-06-2020


Confcommercio, consumi in calo: -30 per cento a maggio

Cosa prevede il piano di Rilancio presentato da Conte. Luci e ombre dopo gli Stati Generali