Ikea multata per aver spiato centinaia di dipendenti. Il reato contestato è quello di “ricettazione di dati in modo fraudolento”.

PARIGI (FRANCIA) – Ikea multata per aver spiato centinaia di dipendenti in Francia. La filiale francese, infatti, è stata condannata ad una sanzione da un milione di euro con l’accusa di “ricettazione di dati personali in modo fraudolento“. Il tribunale di Versailles, come precisato dall’Ansa, ha deciso di dare delle pene detentive con la condizionale nei confronti dei suoi ex presidenti.

La vicenda potrebbe presto finire anche in secondo grado, con la multinazionale che sembra essere intenzionata a dimostrare le proprie ragioni e ribaltare quanto deciso. Una vicenda, dunque, che non sembra essersi conclusa con questa decisione.

Multa Ikea, i motivi della decisione

La sentenza è stata emessa dal Tribunale di Versailles. La giustizia francese ha riconosciuto gli ex presidenti della filiale francese colpevoli di “ricettazione di dati personali in modo fraudolento“. La richiesta da parte dell’accusa era più pesante vista l’accusa di “sorveglianza di massa“.

I giudici, però, hanno deciso di escludere questo reato e da qui una pena meno pesante rispetto a quanto immaginato in un primo momento. Non si escludono nelle prossime settimane dei ricorsi per cercare di ribaltare questa sentenza.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Ikea
fonte foto https://www.facebook.com/IKEAItalia/

La vicenda

La vicenda risale al periodo tra il 2009 e il 2012. In quegli anni, almeno secondo quanto ricostruito dall’accusa, i presidenti della filiale francese hanno dato l’ordine di spiare centinaia di dipendenti. Una questione che ha provocato diverse polemiche non solo in Francia.

La prima parte del processo si è concluso con una multa da un milione di euro e una condanna nei confronti dei responsabili di questi episodi. Nelle prossime settimane saranno pubblicate le motivazioni di questa sentenza e non si escludono ricorsi visto che la sentenza non sembra soddisfare entrambe le parti.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/IKEAItalia/


Atlantia, i nuovi piani dopo Aspi. I mercati apprezzano

Il turismo riparte, in Italia la presenza degli stranieri cresce del 15,3 per cento. Garavaglia: “Dati confortanti”