Il Bonus benzina 200 euro, rivolto ai privati, potrà essere utilizzato per l’acquisto di combustibili fossili e per le ricariche elettriche.

Via al nuovo Bonus benzina 200 euro, che riguarda anche le vetture alimentate ad elettrico. Secondo quanto stabilito dalle istruzioni fornite dall’Agenzia delle Entrate, il Bonus in questione riguarda soltanto i privati e non le amministrazioni pubbliche. 

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Lo scopo del provvedimento

Il Bonus benzina 200 euro nasce con l’intento di attenuare il caro benzina a cui stiamo assistendo in questo ultimo periodo. Alla luce dei recenti avvenimenti del 2022, come la guerra tra Russia ed Ucraina, la pandemia da Covid, la crisi idrica e la crisi del governo, il mercato ha subito dei duri colpi facendo salire alle stelle i prezzi dei beni di consumo. Tra questi, in particolar modo è aumentato il costo del carburante, che ha toccato i massimi storici.

Pompa benzina

Il provvedimento include solo i lavoratori dipendenti. I buoni possano essere corrisposti da subito, e non necessitano di accordi contrattuali. Possono essere utilizzati per l’acquisto di benzina, gasolio, Gpl e metano, e per la ricarica di veicoli elettrici. Sulla ricarica dei veicoli elettrici la circolare dell’Agenzia delle Entrate ha specificato un punto dedicato all’erogazione di buoni per la ricarica dei veicoli elettrici.

A firmare la circolare il direttore dell’Agenzia delle Entrate, in cui specifica quali sono i datori di lavoro e i lavoratori interessati dal beneficio, le modalità di erogazione del Bonus e le regole da seguire qualora siano riconosciuti come premio di risultato.  

I beneficiari del Bonus

Secondo quanto stabilito dalla norma, a beneficiare del bonus saranno i datori di lavoro privati, e non le pubbliche amministrazioni. Nella fattispecie, a beneficiare dell’agevolazione saranno anche i soggetti che non svolgono un’attività commerciale e i lavoratori autonomi, nel caso in cui dispongano di propri dipendenti. Il bonus non verrà tassato ai dipendenti, e sarà integralmente deducibili dal reddito d’impresa. 

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 15-07-2022


Governo in crisi, la reazione dei mercati 

Aumento del prezzo dei beni, i costi sono destinati a salire?