Il ‘caldo’ gennaio di Marco Fassone: Milan tra debito, rifinanziamento e sponsor

Milan, Marco Fassone inizia il 2018 facendo gli straordinari: dal Fondo Elliott ai nuovi sponsor, ecco tutti gli obiettivi.

chiudi

Caricamento Player...

Anno nuovo stessi obiettivi per Marco Fassone, pronto a mettersi in moto per un Milan alle prese con il debito con il Fondo Elliott, il rifinanziamento e la ricerca di nuovi sponsor.

Milan, tra meno di una settimana scade l’esclusiva di Higbridge

Il primo appuntamento fondamentale di questo inizio 2018 è quello con l’Highbridge, la società incaricata di trovare un finanziatore per il Milan disposto a ripagare il debito contratto dai rossoneri con il Fondo Elliott accettando un pagamento spalmato in cinque anni, come disposto dai dirigenti rossoneri. Il prossimo 6 gennaio scadrà l’esclusiva di otto settimane concessa all’Highbridge, e l’esito del lavoro della società è ancora incerto.

La verità sul Fondo Elliott

Come detto in diverse occasioni da Marco Fassone, in questi primi mesi del 2018 il Milan dovrà risolvere in un modo o nell’altro la questione con il Fondo Elliott. Qualora Yonghong Li non dovesse riuscire a rifinanziare il debito, la società passerebbe al Fondo che provvederebbe poi a trovare un nuovo proprietario.

Marco Fassone in Cina a caccia di nuovi sponsor

Entro metà gennaio Marco Fassone volerà i Cina a caccia di nuovi sponsor (e quindi nuovi fondi) per il Milan. Il lavoro che Fassone svolgerà in Cina sarà importante per l’UEFA, pronta a dare ai rossoneri le linee guida del nuovo settlement agreement.

E in primavera arriva l’UEFA

In primavera il Milan riceverà notizie dall’UEFA che, respinto il voluntary agreement presentato dai rossoneri, sta studiando le linee guida del settlement agreement da imporre ai rossoneri. Le sensazioni non sono positive, ma di tempo per far quadrare i conti ce n’è.