Sono terminati i lavori di restauro del IV e V livello del Colosseo, dal 1° di novembre saranno aperti al pubblico.

Il simbolo di Roma, il Colosseo, grazie a degli attenti restauri recupera il IV e V livello, rendendo così possibile ai visitatori ammirare l’anfiteatro Flavio e la Città Eterna da un punto di vista assolutamente eccezionale, il suo attico. Dal 1° di novembre, infatti, sarà possibile, grazie a delle visite guidate, accedere ai piani più alti del Colosseo, quelli che nell’antichità erano riservati alla plebe.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Una storia lunga secoli tra grandi spettacoli e spoliazioni

Costruito al centro della Roma antica, il Colosseo venne edificato per volontà degli imperatori Flavi nel I sec. d.C.: il popolo di Roma voleva il suo divertimento e gli imperatori decisero di darglielo costruendo il più grande anfiteatro della storia.

Le sue dimensioni erano impressionanti per l’epoca, poteva arrivare a contenere fino a 50.000 persone distribuite su ben 5 livelli: la sua fama si diffuse da subito in tutto il mondo antico.

Tuttavia neanche questa lo preservò dall’abbandono e dalle spoliazioni: nei primi secoli del Medioevo, periodo in cui fra l’altro cominciò ad essere chiamato Colosseo, smise di essere utilizzato per gli spettacoli, venendo di fatto abbandonato e utilizzato semplicemente come rifugio per gli animali e come cava.

Il prezioso materiale che lo rivestiva, il marmo, fu, infatti, prelevato e reimpiegato per la costruzione di numerosi edifici, fra cui la Basilica di San Pietro e palazzo Barberini.

Il Nuovo percorso nel dettaglio

Questi secoli di incuria e depredazioni hanno avuto pesantissime ripercussioni sull’anfiteatro, tuttavia, grazie a numerosi interventi di restauro, ad oggi, è ancora possibile comprendere a pieno quella che doveva essere la sua magnificenza e dal 1° di novembre si potrà scoprirne una nuova parte.

Le visite a questa parte della struttura dovranno essere necessariamente guidate e il percorso partirà dalla galleria di collegamento, anche questa riaperta per l’occasione, tra il II e III livello. Questo passaggio coperto da una volta a botte permetteva di smistare il pubblico e consentiva alla plebe di accedere ai livelli più alti.

Con i suoi 40 metri di altezza rispetto al livello dell’arena la fase conclusiva del percorso permetterà al visitatore di avere una vista dall’attico del Colosseo e di farsi così un quadro completo di quello che, di diritto, è entrato a far parte delle nuove sette meraviglie del mondo.

Fonte Foto:https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Colosseum_in_Rome-April_2007-1-_copie_2B.jpg

ultimo aggiornamento: 04-10-2017


Viaggio all’estero: le 4 cose da fare assolutamente prima

Viaggio in thailandia e… ecco le 4 mete migliori da abbinare