Giuseppe Conte contro le stime dell'Unione europea sul Pil

Giuseppe Conte contro le stime Ue sul Pil: Previsioni ingenerose

Stime dell’Unione europea sul Pil, le critiche del premier Giuseppe Conte: Le previsioni mi sembrano ingenerose. Dal M5S: Tentativo di colpire il governo.

Il premier Giuseppe Conte non ha apprezzato (e non lo ha nascosto) le stime dell’Unione europee sul Pil. Gli esperti di Bruxelles hanno piazzato l’Italia all’ultimo posto, alle spalle della Germania, con una crescita del Prodotto Interno Lordo stimato allo 0,1%.

Giuseppe Conte: Le previsioni dell’Unione europea sul Pil mi sembrano ingenerose

“Le previsioni della Commissione Europea mi sembrano ingenerose perché […] le ultime misure avrebbero nessuna prospettiva di crescita”, ha dichiarato Giuseppe Conte.

“Non valutare che le nostre misure avranno qualche impatto è un atteggiamento pregiudizialmente negativo da parte della Commissione”, ha evidenziato il premier puntando chiaramente il dito contro i commissari Ue.

“Ci aspettiamo nel secondo trimestre una crescita che confidiamo e speriamo sostenuta. Abbiamo un percorso di politica economica e sociale e lo perseguiamo con determinazione e lasciamo ad analisti, esperti, istituzioni finanziarie interne ed estere fare le loro previsioni. A noi interessa un percorso ben definito”.

Giuseppe Conte
Roma 25/05/2018 – consultazioni Quirinale / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte

Dal Movimento Cinque Stelle: Il tentativo di colpire politicamente questo governo non sortirà alcun effetto

Dura anche la reazione da parte di alcuni componenti del Movimento Cinque Stelle delle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera.

“Il tentativo di colpire politicamente questo governo ricorrendo a stime farlocche e minacce di sanzioni non sortirà alcun effetto”, recita il virgolettato diffuso da TGCOM 24. “L’obiettivo è chiaro colpire un governo ostile ai diktat di Bruxelles e che vuole fare gli interessi degli italiani“.

ultimo aggiornamento: 08-05-2019

X