Flori Degrassi ha rassegnato le dimissioni dall’incarico di commissario alla Sanità del Molise. La nomina del Governo era stata lo scorso 31 marzo.

CAMPOBASSO – Il commissario alla sanità del Molise, Flori Degrassi, si è dimessa dall’incarico. A annunciarlo è stata all’Ansa la stessa 70enne originaria di Capo d’Istria.

Le dimissioni di Flori Degrassi

Interpellata sul motivo delle dimissioni, Flori Degrassi si è limitata a indicare “motivi personali“, ma a quanto si apprende nella lettera di addio ha evidenziato anche le questioni legate alla mancanza di risorse adeguate per il funzionamento della struttura commissariale e per risanare la sanità molisana.
Non a caso, appena ieri la dirigente si era recata a Roma con il presidente della Regione Donato Toma al ministero della Salute per avere risposte sulle risorse necessarie al Molise per la sanità.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

https://www.youtube.com/watch?v=b6N7A7ZeHtY&ab_channel=Telemolise

La Sanità in Molise

L’esperta dirigente era stata nominata appena quattro mesi fa, il 31 marzo, dal Governo al posto di Angelo Giustini, il quale si era dimesso dopo essere stato indagato dalla procura di Campobasso nell’ambito di una indagine sulla gestione dell’emergenza covid in Molise. Al culmine di un periodo burrascoso per la sanità regionale, l’Esecutivo aveva individuato in Flori Degrassi la persona giusta per risollevarne le sorti.

La carriera

Flori Degrassi, al momento della nomina, vantava una lunga carriera nella Sanità del Lazio e era direttrice generale della Azienda sanitaria locale Roma 2, una delle più grandi in Italia. Allo stesso tempo, la dirigente era formalmente indagata per abuso d’ufficio, insieme al presidente del Lazio Zingaretti, all’assessore alla Sanità della Regione, Alessio D’Amato, e altre sei persone per la vicenda relativa ad alcune nomine dei direttori amministrativi nelle Asl.


Tensione durante il corteo No Tav, tre poliziotti feriti

Ajax in lutto, morto un talento di 16 anni