I ceppi futuri saranno meno preoccupanti?

In gran parte del mondo il Covid è passato in secondo piano nella vita quotidiana, dando al virus almeno l’apparenza di essere diventato meno feroce. Ma prima di addentrarci nei dettagli di questa domanda, vale la pena sottolineare che mentre i vaccini e un arsenale sempre crescente di trattamenti hanno notevolmente migliorato la prognosi di una diagnosi di Covid dall’inizio del 2020, molte persone muoiono ancora a causa di questo virus ogni singolo giorno .

Ad esempio, una recente analisi del Los Angeles Times ha rilevato che il Covid ha ucciso nove volte più residenti della contea di Los Angeles rispetto agli incidenti stradali e cinque volte di più l’influenza e la polmonite nella prima parte del 2022.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il covid sarà meno mortale ?

“Voglio credere che i ceppi futuri causeranno una forma più lieve di Covid, soprattutto considerando quante persone ora hanno un’immunità correlata alle infezioni e/o ai vaccini”, afferma Jessica Justman , specialista in malattie infettive ed epidemiologa presso la Columbia University Irving Medical Centro.

Molte persone hanno già una buona dose di protezione contro il virus se dovessero incontrarlo. Finora, nuove varianti come l’omicron sono state più contagiose ma non più mortali.

Ma”, dice Justman, “è anche possibile che si presenti una nuova variante che può eludere l’immunità esistente e causare una malattia più mortale”.

Vaccino Covid

Potrebbe emergere anche un coronavirus completamente nuovo, proprio come ha fatto Covid nel 2019. Justman sottolinea che gli scienziati hanno recentemente scoperto un nuovo coronavirus nei pipistrelli – Khosta-2 – che è in grado di infettare le cellule umane ed eludere gli attuali vaccini Covid negli esperimenti .

Le pandemie, ovviamente, non sono nuove alla storia. Né sono virus mortali.

“In termini di malattie infettive, il Covid non è la peggiore malattia che la natura può offrire”, afferma Justman. La tubercolosi, per esempio, è molto più letale.

La cosa unica di Covid era la rapidità e l’efficienza con cui si è diffuso. E le mutazioni lo hanno aiutato a rimanere, anche se i vaccini prevengono i casi gravi del virus.

Dovremmo prepararci per un’altra ondata invernale

“Vogliamo tutti sapere cosa aspettarci, ma prevedere il futuro è complicato”, afferma Justman. “Nel frattempo, dovremmo continuare a rafforzare i nostri sistemi sanitari pubblici, sfruttare i vaccini e i booster disponibili e prepararci per un’altra ondata invernale”

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-10-2022


Nato in allerta: il sottomarino russo Poseidon solca i mari artici 

Inviato russo convocato alla Farnesina, dice l’ambasciata