Il derby visto dalla Cina: anche il presidente Xi tifa Inter

Alla vigilia del secondo derby cinese si fanno i conti sugli introiti versati dalle due proprietà e sulla passione milanese a Pechino.

chiudi

Caricamento Player...

Manca davvero poco al secondo derby milanese-cinese della storia. Inter e Milan, Suning contro Yonghong Li e la sua cordata. Un incrocio di storie, progetti, obiettivi che arriva fino a Pechino e alla segreteria del Partito comunista. Secondo quanto riportato da Repubblica, infatti, il Segretario generale Xi Jinping, presidente della Repubblica popolare cinese, sarebbe un acceso sostenitore di una delle due squadre milanesi: quella nerazzurra. Addirittura sembrerebbe che Xi nel giugno del ’78, quando l’Inter di Mazzola affrontò una tournée a Pechino, fosse allo stadio per ammirare i propri beniamini dell’Inter. Una passione che potrebbe essere perdurata fino ad oggi, anche se appare difficile immaginarlo alle 2.45 di lunedì mattina davanti alla televisione per godersi lo spettacolo di San Siro…

Derby da un miliardo

E mentre si ragiona sulla fede delle altissime stanze del potere cinese, il quotidiano Libero fa più concretamente i conti su quanto hanno finora immesso nelle società le due nuove proprietà orientali. Se infatti l’incasso ha già superato i 4.5 milioni, il derby sembra valere molto, molto di più. Tra Inter e Milan, infatti, i cinesi hanno già speso circa un miliardo di euro. Una testimonianza di quanto entrambi i progetti siano seri e ambiziosi, tanto da non meritare le critiche e le ironie loro indirizzate fino ad oggi, complici dei risultati non sempre all’altezza.