Coppa Uefa 2008/09, Ronaldinho fa venire giù San Siro contro il Braga

Nel girone di qualificazione della Coppa Uefa il Milan affronta lo Sporting Braga. Ronaldinho, al 93′, inventa un destro al fulmicotone che stende i portoghese e manda in delirio i rossoneri.

chiudi

Caricamento Player...

Nel’estate del 2008, nonostante la mancata qualificazione alla Champions League, il Milan piazza un colpo di mercato sensazionale: da Barcellona arriva Ronaldinho in cambio di 20 milioni. Il fuoriclasse brasiliano, Pallone d’oro 2005, non rientra nei piani di Guardiola e approda così in rossonero dopo un lungo corteggiamento.

A ritmo di samba

A Milanello, il campione di Porto Alegre trova molti connazionali: da Kakà a Pato, da Cafu a Serginho fino a Emerson. Ancelotti propone infatti l’Albero di Natale con il duo Ronaldinho-Kakà alle spalle del giovane Papero. Dopo qualche gara di rodaggio, il motore carioca del Milan inizia a dare i suoi frutti: alla 5/a giornata, l’ex Barça segna il suo primo gol e sceglie una gara importantissima come il derby. Il classe ’80 entra sempre più nel vivo dell’azione rossonera, decidendo anche la gara contro il Napoli.

Euro-gol al Braga!

Come detto, dopo sei stagioni consecutive, il Milan retrocede a giocare la Coppa Uefa. Nel primo turno, il Diavolo fa fuori lo Zurigo, qualificandosi al girone. Esordio vincente in casa dell’Heerenveen (1-3), poi prima a San Siro contro lo Sporting Braga il 6 novembre. Ancelotti deve fare a meno di pedine importanti e decide di schierare il tridente pesante e un centrocampo muscolare. Il Milan, tuttavia, crea poco e rischia di subire lo svantaggio, evitato solo da un ottimo Dida. Nella ripresa, il tecnico rossonero prova a cambiare qualcosa, inserendo dalla panchina Ronaldinho e Seedorf. Gli attacchi di Inzaghi e Shevchenko non si concretizzano. Quando sembra che il match vada a finire a reti inviolate, al 93′ arriva il gioiello di Ronaldinho: destro di prima intenzione di rara potenza e precisione da fuori area e pallone all’incrocio!