Il report annuale “Il digitale in Italia” fa segnare dei dati veramente clamorosi, per quanto riguarda il mercato digitale.

Il mercato digitale in Italia sta letteralmente volando. Questo è quanto indicato dal report annuale “Il digitale in Italia”, i cui dati dell’edizione 2022 sono decisamente interessanti. La crescita del mercato digitale in Italia è netta, in quanto si attesta ad un +5,3%. Il valore complessivo del mercato digitale italiano è stimato sui 75,3 miliardi di euro. Cifre decisamente importanti, che rispecchiano la valenza di un settore in netta crescita, destinato a imporsi come uno dei mercati più fruttuosi in ambito internazionale a causa della sempre maggiore importanza del ruolo della tecnologia nella società. Marco Gay, presidente di Anitec-Assinform, il ramo di Confindustria che raggruppa le principali aziende italiane dell’Ict, ha commentato il report.

Tastiera computer
Computer

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole di Gay

I dati fatti registrare nel corso del 2021 certificano che la digitalizzazione è stata un fattore imprescindibile per la ripresa dell’economia del nostro Paese. Non a caso la crescita del mercato digitale ha interessato tutti i principali settori economici. Lo scorso anno abbiamo inoltre accentuato e normalizzato l’impiego di soluzioni digitali nella vita di tutti i giorni, dal lavoro allo studio”. Questo il commento di Marco Gay, presidente di Anitec-Assinform, l’associazione che ha redatto il report annuale sul digitale in Italia.

Stando alle parole di Gay, i numeri sull’utilizzo di device e sugli investimenti in tecnologie ci rassicurano sulla diffusa percezione che il digitale è qui per restare. Ora stiamo affrontando uno scenario nuovamente mutato a causa del conflitto bellico in Ucraina, di problemi nelle catene di fornitura di alcuni beni, del costo dell’energia e più in generale di un’inflazione crescente e preoccupante. Per bilanciare tali dinamiche e per fare avanzare la transizione digitale dell’economia sarà pertanto fondamentale l’attuazione delle riforme e degli investimenti previsti dal Pnrr.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 05-07-2022


Perché non si trovano lavoratori? I giovani sono sempre meno

Buste paga, aumenti: primi interventi a luglio