Milan, l’albero di Natale sembra funzionare. Ora il test contro la Juventus

Il Milan torna alla vittoria dopo quattro gare in cui ha raccolto appena un punto. Il 4 a 1 sul Chievo ha visto andare a segno Suso, Calhanoglu e Kalinic: il 3-4-2-1 sembra funzionare.

chiudi

Caricamento Player...

La tesi ma per avere la sintesi bisogna passare per l’antitesi che si chiama Juventus. La discussione è prevista sabato alle ore 18.00 a San Siro quando il Milan, reduce dal 4 a 1 al Chievo Verona, affronterà i campioni d’Italia tra le mura amiche. Al “Bentegodi”, Montella ha ritrovato la vittoria e il sorriso. E, la speranza della dirigenza e del tifo rossonero, di aver ritrovato la squadra, apparsa molto svagata nell’ultimo periodo.

Soluzione tattica

Il tecnico rossonero, dopo tanti cambiamenti, potrebbe aver trovato la quadra tattica. Se la difesa a tre – con o senza Bonucci – è un caposaldo del nuovo Milan, tra centrocampo e attacco le soluzioni sono molteplici anche se la squadra non ha digerito i continui cambiamenti di modulo: alcuni giocatori, in particolare Suso (il fattore decisivo del Milan, ndr), hanno sofferto questi cambiamenti. Lo spagnolo ha spaccato la partita del “Bentegodi” partendo dalla destra, zona dalla quale può sprigionare il suo tiro mancino. Come avvenuto nel derby. Da seconda punta l’ex Liverpool non rende e si sente come in gabbia. Avendo a disposizione anche Calhanoglu, ecco che il 3-4-2-1 con i due trequartisti alle spalle della prima punta sembra dare i primi frutti. Un po’ un Albero di Natale di ancelottiana memoria. Il poker contro il Chievo è stato firmato da Kalinic, il quale al momento comanda le gerarchie del parco attaccanti.

Arrivano i campioni…

Dopo i ko contro Roma e Inter, sabato il Milan affronta la Juventus e vuol provare a dimostrare di potersela contendere anche contro le prime della classe. Il test sarà molto probante anche per la difesa, orfana di Bonucci: ieri sera Romagnoli ha fatto il leader centrale con egregi risultati.