Rimonta Milan, ora o mai più: contro il Torino gara da vincere

Dopo aver archiviato la qualificazione ai sedicesimi di Europa League, il Milan può concentrarsi sul campionato. Il calendario sembra dare una mano ai rossoneri ma va superato l’ostacolo rappresentato dal Torino.

Il Milan ha mandato in archivio la pratica Europa League almeno fino a febbraio grazie al 5-1 all’Austria Vienna e ora può concentrarsi solo sul campionato dove non è più possibile sbagliare. Se le posizioni che portano alla qualificazione alla prossima Champions League sono lontanissime, per i rossoneri è imperativo non perdere ulteriore distacco dal 6°-7° posto che vale la partecipazione alle coppe europee, seppur al torneo minore.

Operazione rimonta

Dopo il ko di Napoli, il Milan ha collezionato la sesta sconfitta su 13 gare complessive: tutti i ko sono arrivati contro formazioni che precedono gli uomini di Montella nella classifica generale. Poi sei vittorie e un solo pareggio. Poche ore fa, inoltre, il Diavolo è stato sorpassato da Chievo e Bologna che hanno sconfitto Spal e Sampdoria nelle gare d’anticipo. Al tempo stesso, il ko dei blucerchiati dà la possibilità al Milan di riavvicinare gli uomini di Giampaolo. Il calendario, da questo punto di vista, sembra dare una mano ai rossoneri.

Ostacolo Torino

In primis, il Milan deve necessariamente battere il Torino dell’ex Mihajlovic. I granata non sono un avversario facile e hanno imposto l’1-1 casalingo alla lanciatissima Inter di Spalletti e Icardi. Dopo l’impegno odierno, Tuttosport ricorda che per i rossoneri ci sarà la trasferta di Benevento. Poi proprio il Bologna a San Siro, il Verona al “Bentegodi” e l’Atalanta tra le mura amiche. La rimonta o meno del Milan passa da queste sfide. Anche perché l’anno si chiuderà a Firenze contro i Viola.

Ricevi le ultime notizie sul Milan, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 26-11-2017

Fabio Acri