Il clamoroso pareggio di Brignoli al 95′ impone il pareggio al Milan di Gattuso in quel di Benevento. I rossoneri, due volte in vantaggio, si fanno assediare nel finale fino al 2-2.

L’incubo del popolo rossonero si è materializzato nel peggiore dei modi: il Benevento, sempre sconfitto in Serie A, ottiene il suo primo punto proprio contro il Milan. Tra l’altro, le Streghe impattano il pareggio al 95′ e per giunta con un gol del portiere Brignoli! E Gattuso, alla prima assoluta sulla panchina del Diavolo, rimedia un 2-2 che fa molto male in un contesto già molto pesante.

Male oltre il risultato

Dopo l’esonero di Montella di una settimana fa, era lecito aspettarsi un cambiamento – se non già dal punto di vista tecnico-tattico – almeno sul piano dell’atteggiamento e della volontà. Invece, Bonucci e compagni, dopo pochi minuti hanno evidenziato ancora una volta tutti i problemi della gestione dell’Aeroplanino. Lenti, prevedibili, con pochissime soluzioni in attacco e vulnerabili in difesa, soprattutto sul lato dove dovrebbe coprire Borini. Prima del vantaggio di Bonaventura, infatti, Parigini si era divorato il gol dell’1 a 0. A inizio ripresa il Benevento è pervenuto al pareggio. Il Milan ha tremato ma Kalinic ha rimesso le cose a posto almeno per quanto riguarda il risultato.

Finale in apnea

La squadra, al di là dell’espulsione di Romagnoli, ha finito con l’acqua alla gola, costretta a fare le barricate dall’ultima della graduatoria. Gattuso ha cambiato alcuni uomini inserendo Zapata e Abate, passando a una difesa a cinque, sguarnendo il centrocampo, dove il subentrante Biglia è apparso in difficoltà. Il Milan – chiosa il Corriere della Sera – è apparso in crisi dal punto di vista fisico e per la prima volta in campionato non è riuscito a vincere un match nel quale era passato in vantaggio. Gattuso dovrà porre rimedio a una botta davvero molto forte…

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Benevento Brignoli copertina gattuso milan

ultimo aggiornamento: 04-12-2017


Carlo Ancelotti: “Milan? Mai parlato con Li, parlo solo con i grandi presidenti”

Benevento-Milan, tante parole e pressing basso: la paura di vincere ha fregato tutti