Il Milan in difficoltà si aggrappa alla freschezza di Rafael Leao

Il Milan in difficoltà si aggrappa a Rafael Leao

Il quotidiano Tuttosport, nel numero odierno, sottolinea come Rafael Leao sia l’unica nota lieta nel disastroso inizio di campionato del Milan

Il Milan a Genova si aggrapperà a Rafael Leao. Sembra troppo per un ragazzo classe ’99, appena sbarcato in Italia? Forse no, dato che la punta portoghese è, al momento, l’unico calciatore che ha dato precisi segnali di una crescita costante. L’ex giocatore del Lille, praticamente, predica nel deserto. E’ successo contro il Toro e, soprattutto, nell’ultimo match con la Fiorentina. Secondo il quotidiano Tuttosport, Leao può essere l’uomo giusto per cercare la scossa.

Milan, le tre grandi prove di Leao in campionato

Il quotidiano sportivo torinese, in particolare, ha sviscerato nel numero odierno quelle che sono le tre partite sinora giocate dalla punta lusitana. Dopo aver passato in panchina gli incontri con Udinese, Brescia e Verona, Leao ha cominciato a fare sul serio nel derby contro l’Inter. Nonostante il ko per 2-0, il giocatore è riuscito a mettere ripetutamente in difficoltà Godin sulla corsia di sinistra.

Seconda gara per lui e altri applausi con il Torino. Stavolta è Sirigu, con un intervento prodigioso, a negargli la gioia del gol. Non è un caso, poi, che la squadra collassi e perda la partita dopo la sua uscita dal campo al posto di Bonaventura. Quindi, la Fiorentina a San Siro. Una tragedia sportiva, col Diavolo in balia di una squadra apparsa nettamente superiore: tutti insufficienti tranne Leao, autore di una grandissima realizzazione nel finale di gara.

Rafael Leao
Fonte foto: https://www.facebook.com/iamrafaeleao93/

Il Milan di oggi non può fare a meno di Leao

La certezza, come sottolineato da Tuttosport, è che il Milan di Giampaolo non possa fare a meno del suo numero 99, apparso per distacco il più in forma di tutti. Il fatto di non aver nulla da perdere e di giocare a mente sgombra sicuramente lo aiuta. La sua prestanza fisica, unita a grandi doti tecniche, risulta al momento imprescindibile in un attacco in cui Suso e Piatek non girano, con Rebic lasciato (inspiegabilmente?) ai margini da Giampaolo.

ultimo aggiornamento: 02-10-2019

X