Milan, 60 milioni dalle cessioni. E si spera nel riscatto di Bacca del Villareal

Chiuso il calciomercato, è tempo di rendiconto. Il Milan ha fatto molti acquisti ma ha operato anche diverse cessioni. Il club rossonero si è assicurato incassi per circa 60 milioni e spera che Bacca resti al Villareal.

chiudi

Caricamento Player...

Spulciando transfermarkt, il portale che contiene tutti i valori di mercato delle rose e i trasferimenti di mercato, alla pagina dedicata al Milan si nota come la spesa per gli acquisti ammonti a qualcosa come 194,5 milioni! Del resto, il nuovo corso cinese non ha badato a spese… A questa cifra, vanno aggiunti i riscatti per Kessié e Kalinic che faranno lievitare il totale a circa 234 milioni. Come ha spiegato Fassone, questa grande somma verrà caricata sull’attuale bilancio per sfruttare i vincoli e i tempi del Fair Play Finanziario.

Il massimo dalle cessioni

Parallelamente, il Milan ha operato sul fronte delle cessioni. Operazioni non facili, considerato il valore non molto alto della rosa rossonera delle ultime stagioni. Eppure, nonostante queste premesse, Fassone e Mirabelli sono riusciti a cedere quasi tutti gli esuberi realizzando delle operazioni notevoli sul piano contabile.

60 milioni in cassa

Il club rossonero ha infatti chiuso cessioni a titolo definitivo per un valore di 24,1 milioni: De Sciglio (12), Kucka (5), Rodrigo Ely (3), Vangioni (1,7), Vido (1), Pessina (1) e Crociata (0,4). A queste, vanno aggiunte le operazioni che prevedono un prestito oneroso e un obbligo di riscatto: Niang (2+12+1 di bonus e una percentuale su una futura plusvalenza), Lapadula (2+11) e Sosa (1,35+3,4). Totale: 7,85 subito, poi 26,4 milioni che entreranno nel bilancio successivo.
Complessivamente, quindi, il Milan incasserà 55,85 milioni.

Bacca, cessione con diritto di riscatto

Dall’accordo con il Villareal, che ha acquisito le prestazioni dell’attaccante colombiano, il club di via Aldo Rossi si è intanto già assicurato 2,5 milioni per il prestito oneroso, cosicché le casse rossonere si assicurano in definitiva 58,35 milioni. Se poi – come il Milan spera -, il Sottomarino Giallo eserciterà il diritto di riscatto per 15,5 milioni, allora nel prossimo esercizio si metterà a bilancio un discreto incasso e, soprattutto, una plusvalenza.