Il Milan riparte da 25: per l’Europa servirà un ritorno di alto livello

Il 2017 e il girone d’andata del Milan si chiudono con un pareggio e 25 punti accumulati. Pochi per poter ambire a una posizione europea.

Ride bene chi ride ultimo, nel calcio come nella vita. Se il girone d’andata del Milan è quindi di quelli che non lasciano certo di buon umore i tifosi, c’è ancora tanto tempo per poter dare una svolta a questa travagliata stagione. Certo, lo scudetto è ormai andato (ma chi davvero ci sperava a inizio estate?). La Champions è utopia, se non passando da una clamorosa vittoria in Europa League. E proprio un piazzamento valevole per l’Europa League sembrerebbe essere l’unico reale obiettivo per il Milan in campionato. Perché in fondo il settimo posto dista soli due punti, ed è occupato da una squadra di lignaggio inferiore al Milan, la feroce Udinese di Oddo. Nulla è dunque realmente precluso. Tuttavia, servirà un ritorno di tutt’altra pasta per raggiungere l’obiettivo minimo stagionale, per poter quindi ricostruire quasi da zero la stagione 2018/19, quella che dovrà segnare la definitiva rinascita del Milan.

Milan, 25 punti e tante delusioni: serve un ritorno da favola

Ad essere franchi, 25 punti al giro di boa sono davvero pochi. In proiezione si chiuderebbe a 50, ovvero un punteggio che assicura una tranquilla salvezza e nulla più. Se si pensa che Napoli e Juventus viaggiano già ad oggi su vette di 48 e 47 punti l’umore non può certo essere dei migliori tra i tifosi del Diavolo. E d’altronde non è un caso se, da quando il campionato vanta la formula a 20 squadre, solo in un caso i rossoneri avevano fatto peggio, nel 2013/14, con un’andata chiusa a 22 punti. Era l’ultimo Milan di Allegri, l’unico di Seedorf. Proprio grazie alla svolta regalata dall’olandese alla fine il Milan recuperò fino all’ottavo posto, chiudendo a 57 punti: vennero quindi collezionati nel ritorno 35 punti, non pochi. Se oggi il Milan riuscisse a fare altrettanto, chiuderebbe a 60 punti. Con tutta probabilità, riuscirebbe quindi ad agguantare almeno l’ultimo posto disponibile per l’Europa League. Servirà un passo del genere. Non un miracolo, solo un’andatura da squadra di fascia alta. Riuscirà Gattuso a garantire un progresso del genere?

Ricevi le ultime notizie sul Milan, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 31-12-2017

Mauro Abbate

X