“Salvini dimettiti”: il Pd lancia la campagna contro il leader della Lega

Il Partito democratico invoca le dimissioni di Matteo Salvini. Da Zingaretti a Renzi passando per Maurizio Martina, gli attacchi dem al vicepremier.

Nei giorni caldi della lite tra Lega e Movimento Cinque Stelle, il Partito democratico prova ad approfittare della situazione lanciando una campagna social chiedendo le dimissioni di Matteo Salvini.

Matteo Renzi: Se Salvini vuole fare solo comizi lasci ad altri il Viminale

Il primo a pronunciare la parola dimissioni è stato l’ex premier Matteo Renzi in un post su Facebook sui recenti caso di cronaca di Napoli e Viterbo.

A poche ore dal primo affondo, l’ex numero uno del Partito dmocratico ha piazzato un secondo affondo ai danni del leader della Legaa, ancora una volta con un messaggio condiviso sui social.

“In una giornata come oggi il ministro dell’Interno di un Paese civile non insulta gli avversari, ma va a Napoli a combattere la Camorra. Se Salvini vuole fare solo comizi lasci ad altri il Viminale: abbiamo diritto ad avere un ministro che si occupi della sicurezza degli italiani”.

Matteo Renzi
Matteo Renzi

Andrea Marcucci (Pd): In Italia abbiamo un influencer, non un ministro degli Interni

Tra i primi a seguire l’esempio di Renzi è stato Andrea Marcucci, capogruppo dem al Senato.

In Italia abbiamo un influencer a tutto tondo e non un ministro degli Interni. Faccia il piacere, continui la sua attività di libero pensatore, ma lasci la carica di ministro degli Interni“.

Maurizio Martina lancia l’hashtag #Salvinidimettiti

Sempre tramite social è arrivato l’affondo di Maurizio Martina, il quale ha lanciato l’hashtag #Salvinidimettiti.

“A Napoli si spara per strada ma il Ministro dell’Interno parla di grembiuli a scuola tra comizi e selfie dopo la sua gita in Ungheria #Salvinidimettiti”.

Maurizio Martina
Maurizio Martina

Nicola Zingaretti contro Matteo Salvini: Per cortesia, almeno un’ora al giorno fai il ministro dell’Interno

E non poteva mancare nella platea di critici il nuovo numero uno del Pd Nicola Zingaretti.

“Per cortesia almeno un’ora al giorno fai il ministro dell’Interno e qualche comizio in meno. L’Italia, e lo diciamo noi, pretende sicurezza e non leggi come la legittima difesa alla Ponzio Pilato che dice agli italiani difendetevi da soli”.

ultimo aggiornamento: 06-05-2019

X