Il Pd si schiera con Conte contro l'asse Renzi-Di Maio

L’asse Conte-Pd sfida la coppia Renzi-Di Maio

Il Pd difende Conte dagli attacchi di Matteo Renzi e Luigi Di Maio. Nicola Zingaretti rilancia: “L’asse con il Movimento 5 Stelle si trasformi in un’alleanza”.

Nella maggioranza di governo si stanno delineando con chiarezza due fronti, uno composto dal Pd e il premier Giuseppe Conte e un secondo, ancora instabile in realtà, composto da Luigi Di Maio e Matteo Renzi.

Il Pd si schiera dalla parte di Conte contro l’asse Renzi-Di Maio

Il Partito democratico teme il rapporto tra i Cinque Stelle e Italia Viva e si è schierato in difesa di Giuseppe Conte. In realtà il sodalizio tra Di Maio e Renzi non piace neanche a molti pentastellati della prima ora, che hanno tollerato l’alleanza con il Pd ma faticano a digerire l’idea di fare squadra con l’ex premier.

Giuseppe Conte
Fonte foto: https://www.facebook.com/GiuseppeConte64

Il rapporto tra Renzi e Di Maio agita la maggioranza di governo

Il leader del Movimento 5 Stelle non si espone sui rapporti con l’altro Matteo ma la sensazione è che il feeling ci sia. Soprattutto nella inaspettata sfida a Giuseppe Conte, che nelle ultime settimane ha manifestato la sua posizione filo-Pd. La sensazione è che gli sforzi dei dem e del Presidente del Consiglio siano riusciti a congelare il RenziMaio, il rapporto stretto che, secondo molti addetti ai lavori potrebbe mettere in crisi in governo.

La proposta di Nicola Zingaretti al Movimento 5 Stelle: “L’intesa diventi alleanza”

A mettere la ciliegina sulla torta ci ha pensato Nicola Zingaretti, che ha lanciato una proposta (considerata fino a qualche settimana fa indecente): “L’intesa con tra il Partito democratico e il Movimento 5 Stelle si trasformi in un’alleanza“. Il leader del Movimento 5 Stelle dovrebbe rigettare l’appello di Zingaretti per provare a difendere l’indipendenza e la natura dei pentastellati. E soprattutto per evitare ulteriori malumori nella base del MoVimento.

ultimo aggiornamento: 12-10-2019

X