Il Piano di accumulo è difficile da comprendere se non si conoscono tutte le caratteristiche del settore.

Il Piano di accumulo è ideale per ogni tipo di investitore? Ecco una guida per scoprire nel dettaglio di cosa si tratta. Parliamo esattamente di Piani di Accumulo dei capitali, ovvero delle speciali modalità di sottoscrizione riguardanti strumenti finanziari varie.

Possono far parte di questa categoria i fondi di investimento, gli ETF e tutti gli investimenti riguardanti al risparmio.

Il piano di accumulo: DI cosa si tratta?

Stiamo parlando di un prodotto che permette di risparmiare e di accedere a un investimento finanziario con versamenti periodici. Il piano di accumulo serve a investire in somme costanti, che hanno scadenze regolati da una scadenza predeterminata che permette di acquistare diverse soluzioni.

In sostanza con il piano di accumulo è necessario scegliere la tipologia di capitale investito e di valutare i vari termini di crescita di guadagno. Il piano di accumulo ha il vantaggio di crescere in modo graduale e con costanza nel tempo, l’importo mensile di accumulo può essere scelto in fase di sottoscrizione e può durare quanto desiderate.

Il Piano di accumulo con modalità Dollar Cost

Avete già sentito parlare del piano di accumulo per Dollar Cost Average? Si tratta di un investimento particolare che viene utilizzato da diversi anni. Esso prevede un investimento a intervalli regolari, sempre dello stesso importo che offre la possibilità di acquistare anche azioni. Scegliendo questo metodo i versamenti possono essere mensili, trimestrali e semestrali.

Basta contattare la banca per conoscere piano di accumulo che si adatta maggiormente a tutti voi, che cosa desiderare di meglio per ottenere un servizio specializzato e semplice che si adatta a ogni tipo di investitore? Ecco un buon motivo per valorizzare un buon investimento nel tempo per gestire la meglio ogni investimento.

certificato_unicasim


Il mutuo di ricapitalizzazione aziendale: uno strumento importante per uscire da momenti di crisi

La differenza tra surroga e rinegoziazione del mutuo aziendale