Il piccolo Bradley, tifoso del Sunderland, muore a soli 6 anni: fatale il neuroblastoma

Grande tifoso dei Black Cats perde la battaglia contro il cancro: Defoe: “Lo porterò sempre con me”.

chiudi

Caricamento Player...

Vola in alto insieme a tutti gli angeli”, queste le parole di mamma Gemma su Facebook per annunciare la tragica scomparsa del piccolo Bradley Lowery. Dunque, la notizia che tutti noi speravano non arrivasse mai è stata confermata in lacrime, anche da German Defoe, attaccante del Bournemouth, in carica al Sunderland fino a Gennaio scorso. Inutili le cure, il neuroblastoma, una rara forma di tumore maligno, che aveva colpito il piccolo a 18 mesi, non lo ha più abbandonato. Un rapporto speciale quello nato tra i due.

Bradley Lowery e German Defoe, storia di un grande amore

Inseparabili dal primo giorno in cui Bradley toccò la mano del campione nel letto d’ospedale dove il piccolo si stava sottoponendo alle cure di routine. Pochi mesi e rieccoli insieme, questa volta lo scenario è Wembley. Lo stadio è colmo di tifosi che cantano abbracciati, mostrando le loro sciarpe, l’inno inglese. Il piccolo Bradley è sulle spalle del giocatore, pronto al suo ingresso in campo. L’emozione è palpabile, il piccolo si nasconde dietro le spalle dell’attaccante. Poi all’improvviso German gli parla, uno sguardo, un abbraccio e un bacio, ed eccoli sbucare dal tunnel verso il centrocampo. Impossibile non emozionarsi, i presenti iniziano a cantare per lui, Bradley sembra non crederci e sorride compiaciuto strizzando l’occhio alla telecamera. Ben presto, il piccolo diventa la mascotte della Premier League e spesso molti giocatori fanno visita a lui e alla sua famiglia. Defoe rimane con lui in ogni momento. L’ultimo scatto insieme una sera di qualche settimana fa, quando i medici avevano comunicato il grave peggioramento delle condizione del baby tifoso. “Ha rimboccato le coperte, spento tutto e pregato che rimanessi insieme a lui” queste le parole che il piccolo ha pronunciato stringendosi forte al petto del campione inglese. Defoe è rimasto avvisando la società che avrebbe tardato il giorno seguente per l’allenamento. Stavolta non c’è spazio per denaro, polemiche o contratti ma soltanto per l’amore incondizionato verso un bambino che sta lottando contro qualcosa di gran lunga più grande di lui.