Il prezzo del petrolio potrebbe aumentare dopo gli attacchi ai pozzi

Attacco ai pozzi in Arabia, il prezzo del petrolio agita i mercati

Il prezzo del petrolio preoccupa i mercati dopo gli attacchi ai pozzi in Arabia. Gli Usa potrebbero fare ricorso alle riserve di greggio.

Gli attacchi ai pozzi in Arabia agitano la politica mondiale e soprattutto i mercati, preoccupati dal possibile aumento del prezzo del petrolio. Uno scenario non improbabile, anzi, e che arriverebbe in uno dei momenti meno opportuni per la situazione economica globale.

Attacchi ai pozzi in Arabia, si teme un aumento del prezzo del petrolio

Al momento l’unica certezza è che gli attacchi ai pozzi hanno causato il danno più grave della storia per quanto riguarda un singolo evento.

A fare la stima è stato Bloomberg, che ha evidenziato una perdita pari a quasi sei milioni di barili al giorno. Numeri alla mano si tratta del cinque per cento della produzione a livello mondiale.

Donald Trump
Donald Trump

Gli Usa potrebbero fare ricorso alle riserve di petrolio

Proprio per questo motivo tutti concordano sul fatto che la priorità debba essere quella di tenere sotto controllo il prezzo del petrolio. Gli Usa potrebbero fare ricorso alla riserva di oro nero per evitare uno spropositato aumento dei prezzi.

La tensione politica a livello mondiale

Come evidenziato nelle prime righe, il caso ha anche delle ripercussioni politiche. I riflettori sono tutti puntati sugli Stati Uniti, con Donald Trump che ha fatto sapere di essere pronto a reagire agli attacchi contro Riad. La Cina, già avversaria degli Usa nella guerra dei dazi, ha provato a gettare acqua sul fuoco invitando le parti alla moderazione.

ultimo aggiornamento: 16-09-2019

X