Il primo oggetto stampato in 3D con metallo alieno

Planetary Resources, un’azienda che si propone di ricavare materie prime dagli asteroidi, ha presentato il primo oggetto stampato con metallo alieno.

chiudi

Caricamento Player...

Questa polvere di metallo alieno è stata ricavata da un asteroide caduto a Campo del Cielo vicino all’Argentina, ed è composta da ferro, nickel e cobalto ed è stata estratta con un processo piuttosto complesso. Planetary Resources in ogni caso è convinta della bontà del progetto, una volta superati alcuni scogli iniziali, e crede che l’estrazione di materiali dagli asteroidi possa diventare economicamente interessante, soprattutto per la presenza di materiali pregiati o rari sulla superficie terrestre.

Il primo oggetto stampato in metallo alieno, a confronto con il materiale grezzo
Il primo oggetto stampato in metallo alieno, a confronto con il materiale grezzo

Metallo alieno: risorsa o curiosità?

Il primo oggetto realizzato rappresenta un prototipo di navicella spaziale ed è stato presentato al CES di Las Vegas in anteprima attraverso Engadget. La stampa è stata realizzata utilizzando una stampante 3D dedicata alla stampa con i metalli, ProX DMP 320. L’idea è quella di arrivare un giorno a realizzare l’intera catena produttiva nello spazio, sia per realizzare direttamente pezzi da utilizzare sulla terra, sia per fornire alle stazioni spaziali un sistema per produrre in autonomia i componenti necessari. Semplificando al massimo, lo scenario potrebbe essere quello di dotare ogni stazione di un sistema combinato che sia in grado di estrarre le materie prime dai frammenti di meteorite e usarle per realizzare i componenti.

Il modello inserito in una targa celebrativa
Il modello inserito in una targa celebrativa

Ora i passaggi intermedi sono ancora piuttosto complessi, e il materiale viene estratto con un procedimento che prevede l’impiego di plasma. Inoltre esistono ancora alcuni problemi tecnici legati alla stampa in 3D a gravità zero.

Però, il primo oggetto complesso realizzato in metallo alieno è una realtà, e da qui in poi la strada per l’azienda sembra essere in discesa.

Fonte foto copertina: Engadget