Il soggetto arrestato in Scozia non è il Mostro di Nantes: il clamoroso passo indietro delle autorità dopo i titoli da prima pagina.

Si conclude con un nulla di fatto l’arresto di un soggetto arrestato a Glasgow: non è il mostro di Nantes, non si tratta di Xavier Dupont de Ligonnès,uomo ricercato per aver ucciso la moglie Agnès, i quattro figli Arthur, Thomas, Anne e Benoît e i due cani di famiglia.

Il soggetto arrestato in Scozia non è il Mostro di Nantes

L’uomo arrestato in Scozia non è il mostro di Nantes. La notizia circolata con grande soddisfazione è stata prima messa in dubbio e poi clamorosamente smentita. Un clamoroso scambio di persona che ha illuso le autorità.

L’arresto di un soggetto in Scozia

La notizia dell’arresto aveva fatto in poche ore come il giro del mondo. I media hanno elogiato il lavoro degli inquirenti, convinti di aver messo la parola fine a un caso drammatico, una macchia nella storia del paese.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Polizia
Polizia

I primi dubbi e la smentita: non si tratta di Xavier Dupont de Ligonnès

Dopo l’iniziale entusiasmo, nel corso delle ore sono emersi i primi dubbi anche alla luce delle testimonianze degli amici della persona arrestata. Le impronte digitali sembravano coincidere, i tratti somatici no, ma gli inquirenti avevano ipotizzato che il soggetto si fosse sottoposto a uno o più trattamenti di chirurgia estetica.

La mattina successiva all’arresto le autorità scozzesi hanno ritrattato anche sulle impronte, che corrispondono solo parzialmente con quelle del responsabile degli efferati omicidi.


Il tifone Hagibis si abbatte sul Giappone: un milione di persone evacuate. Almeno 42 le vittime

Siria, Di Maio e Zingaretti in coro: “Bloccare armi alla Turchia”. 5 paesi aderiscono allo stop