La Marina militare dell’Argentina ha comunicato che non ci sono più speranze di trovare i membri dell’equipaggio del sottomarino scomparso lo scorso 15 novembre.

ARGENTINA – Lo scorso 15 novembre, un sottomarino del modello TR-1700 in forza alla Marina militare del Paese sudamericano ha fatto perdere la propria posizione, interrompendo qualunque tipo di comunicazione. Il mezzo era partito dalla base di Ushuaia ma, una volta al largo della Patagonia, nell’Oceano Atlantico, se ne sono perse le tracce. A bordo si trovavano 44 membri dell’equipaggio.

Ricerche vane

Attraverso il portavoce Enrique Balbi, la Marina militare dell’Argentina ha dichiarato: “Impossibile che siano vivi. Si è già superato il doppio del tempo previsto dai protocolli internazionali per salvare l’equipaggio di un sottomarino“. Balbi ha precisato che nelle due settimane successive all’ultimo contatto del sottomarino sono state passate al setaccio diverse miglia marittime con l’impiego di una task force navale e aerea. “Non è stata trovata nessuna prova del naufragio nell’area esplorata, né si è segnalato alcun contatto con il sottomarino o le sue scialuppe di salvataggio”, ha aggiunto Balbi. Stando così le cose, si ritiene che sia impossibile che l’equipaggio del San Juan sia ancora in vita. E, pertanto, da adesso le ricerche si concentreranno sul ritrovamento del sommergibile.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Ara San Juan Argentina primo piano sommergibile sottomarino

ultimo aggiornamento: 01-12-2017


Corea del Nord, gli Usa: “Se sarà guerra, Pyongyang sarà distrutta”

Germania, evacuato il mercatino di Natale di Potsdam